Firenze, 31 dicembre 2018 - Il 2018 non avrebbe potuto concludersi senza il video di Lorenzo Baglioni, che riassume i fatti salienti dell'anno. Da ieri è infatti sul canale YouTube e su tutti i social, dove peraltro i followers lo stavano già chiedendo a gran voce da alcune settimane e dove ha già fatto registrare un numero record di visualizzazioni. Come di consueto il poliedrico Lorenzo Baglioni, che ha scritto i testi a quattro mani con il fratello Michele, ci racconta, in meno di due minuti e mezzo, tutto quello che ha caratterizzato l'anno che saluteremo fra poche ore. Fantastiche le illustrazioni grafiche a cura di Federico “Fritz” Scippa.

Si parte da un argomento serio, ovvero i 70 anni della Costituzione italiana: un'età avanzata ma, a detta del comico fiorentino, non abbastanza per ricevere, almeno in Italia, la pensione di anzianità. Immediatamente dopo si passa a temi decisamente più leggeri come la neverending story fra Al Bano e Romina, il Festival di Sanremo e il trionfo...della terza età, con la nonna danzante, vera vincitrice morale, che ha fatto parlare di sé anche nei mesi successivi.

A marzo, impossibile non parlare delle elezioni e degli esiti del voto dove, a detta di Lorenzo Baglioni, c'è una sola certezza: l'estinzione del Pd sancita anche dal WWF. Ma a rubare la scena politica un lieto evento: la nascita di “baby Ferragni”, indubbiamente il più giovane influencer del mondo (forse anche il più ricco?).
E se i grandi successi musicali internazionali dell'aprile 2018 sono firmati da Beyoncè e Kendrick Lamar, in Italia trionfa invece il rapper Young Signorino con la sua alfabetica canzone.

Quanto ai leader politici entrati in scena quest'anno, il comico non risparmia nessuno. E se da un lato critica, in modo ironico ma incisivo, la scelta del Ministro Salvini di chiudere i porti, dall'altro rivela, in modo inequivocabile, lo scarso peso che, a suo dire, avrebbe il premier Conte nello scenario internazionale.

A livello sportivo, questo 2018 è stato segnato da un evento eccezionale: la bocciatura della nazionale italiana ai mondiali in Russia. “Meglio così - spiega Lorenzo – altrimenti sarebbe stato possibile perdere 5 a 0 anche contro il Panama”.
Il rapporto Stato-Mafia? “E dov'è la notizia?” - si chiede, più stupito in realtà dall'inesistenza di tale relazione.

Ad agosto la tragedia del crollo del Ponte Morandi, sulla quale c'è davvero poco da dire e alla quale fa cenno con parole rispettose, non nascondendo il dolore inferto a tutta la Nazione.

Ma immediatamente si torna alla leggerezza e alle presunte molestie messe in atto da Asia Argento nei confronti di Jimmy Bennet. Sarà vero? Nell'attesa, fa notare Lorenzo, nel programma X-Factor nei Bootcamp gli “Under-Uomini” non glieli hanno più assegnati.
Sembra ieri ma Google, il motore di ricerca più famoso del mondo, ha compiuto 20 anni proprio nel 2018, l'anno delle nozze (del secolo?) dei Ferragnez, con Chiara Ferragni che avrebbe però copiato l'abito a Gemma di Uomini&Donne.

Nel mese di ottobre emerge finalmente la verità sul caso Cucchi e sul pestaggio avvenuto in Caserma. Nel frattempo, Papa Francesco decide di cambiare le parole al Padre Nostro creando un po' di scompiglio/sgomento tra i fedeli.

E nel “Pd del domani” sette sono stati i candidati alla leadership del partito “che – fa notare – insieme a Matteo Renzi, ricordano tanto Biancaneve e i sette nani”.

A Parigi a seminare terrore a suon di molotov, nella Francia presieduta da Macron, sono i cosiddetti “Gilet Gialli”, che ricordano tanto i nostri innocui, se non fosse per le multe elevate, ausiliari del traffico.
Un applauso infine alla nazionale di Mancini, alla quale però, forse, non è stato detto che il gioco consiste nel fare goal; e gli auguri per l'arrivo del nuovo anno, con la frase ormai di rito: “Ancora non ho idea di quello che farò”.

Invece lo sa eccome, perché insieme a Francesco Renga e Baby K sarà protagonista del Capodanno all'aperto, sul palco del Piazzale Michelangelo a Firenze, a partire dalle 21.