Giovanni Cifariello
Giovanni Cifariello
Firenze, 23 agosto 2019 - Blues, jazz, rock, ritmi latini, swing: l’ultima settimana di agosto al Flower al Piazzale, lo spazio dell’Estate Fiorentina con vista sulla città, è dedicato alla musica, ogni sera dalle 19.30 un concerto diverso per soddisfare tutti i pubblici ( ingresso libero).

Si parte sabato 24 agosto con un concerto dalle atmosfere blues tutte statunitensi unite a influenze prejazz e swing, con la formazione Leo Boni e I Coguari di cinta feat. Sulla stessa linea anche l’evento di domenica 25 agosto, con il pianista blues Dr. Jobby alias Alessandro Giobbi, alla sua voce e al suo piano si aggiunge la chitarra del pistoiese Emi Blues. I due portano in scena un repertorio che spazia dai suoni africani, a quelli latini e europei dando vita alle magiche atmosfere del “Mardi gras” del carnevale di New Orleans.

Lunedì 26 agosto, in programma una serata all’insegna dei ritmi latini e della bossanova con il concerto “Jo Latin”, proposto dal duo formato dal chitarrista fiorentino Giovanni Cifariello e dal contrabbassista Filippo Pedol: largo spazio all’improvvisazione e a una ritmica a volte quasi tribale per rievocare luoghi e sentimenti lontani nello spazio e nel tempo.

Martedì 27 agosto in scena lo “Speakeasy Trio” con Luciana Capasso alla voce, Luigi Gallucci alla chitarra e Michele Staino al contrabbasso, con un repertorio che fa suo l’eco della grande tradizione americana. Un viaggio fatto di swing, blues e bossanova, rivissuti in un'interpretazione intima e calda.

Mercoledì 28 agosto il duo fiorentino composto da Giovanni Cifariello (chitarra) e Stefano Negri (sax), propone una serata dalle atmosfere jazz attraverso un raffinato interplay, fra improvvisazioni melodiche e ritmiche, provocazioni e risposte agli stimoli che di volta in volta vengono attivati dai due poliedrici musicisti.

Giovedì 29 agosto la cantante Lucrezia Von Berger si confronterà in modo personale e originale con pietre miliari del pop e del rock, passando per i territori del soul e del jazz. Spaziando tra autori come Police, Stevie Wonder, Beatles e Billie Holiday il repertorio ricerca la natura più intima e sofisticata della forma canzone.

Venerdì 30 agosto in programma il “Cosimo marchese trio” che propone uno swing accattivante e strizza l’occhio alle nuove tendenze del jazz moderno. Standards dal repertorio tradizionale e musiche originali si alternano a brani di Monk, Duke Ellington e Coltrane.

Sabato 31 agosto in scena il concerto “Isola D’ambra”, la voce di Giuliano Franco Ochipinti conduce il pubblico in un viaggio musicale attraverso un repertorio di musica popolare latino/jazz, sostenuto dall'accompagnamento chitarristico di Thomas Van Bogaert. Il duo si propone di raccontare una storia attraverso diversi stili musicali in lingue diverse. L'aspetto interculturale del duo affonda le radici in Paraguay (paese d’origine di Ochipinti), Belgio (luogo natale di Van Bogaert) e Italia, dove i due musicisti si sono incontrati e hanno cominciato a collaborare.