foto

Arezzo, 1 dicembre 2016 - Invaderà la città la fotografia. Accadrà da questo fine settimana, da domani a domenica 11 dicembre. Tutto pronto per «Arezzo & fotografia», la biennale internazionale con sedici sedi espositive in tutto nel centro storico aretino, per un totale di trentuno mostre con autori provenienti da tutto il mondo e dici eventi collaterali. Il festival si svolgerà sotto la direzione artistica di Fanny Raspini e organizzato dall’associazione Fotografica Imago, con il patrocinio di Provincia di Arezzo, Comune e Camera di Commercio.

Il programma di questa sesta edizione si presenta ricco di mostre, incontri, eventi, workshop ed occasioni di confronto. Tutto è mirato alla valorizzazione dell’eccellenza della fotografia contemporanea: con la presenza di protagonisti affermati e la ricerca di giovani talenti, attraverso la celebrazione dei grandi maestri e la riscoperta di archivi storici. Un progetto ambizioso, ma anche un percorso di crescita culturale e personale. Un’alfabetizzazione visiva che nasce dalla voglia di creare e di comunicare attraverso immagini. Trentuno mostre distribuite in oltre venti sedi espositive che vedono più di ottanta autori che esporranno oltre mille foto.

La città diventa al tempo stesso cornice e contenuto del festival fotografico mostre dei vari autori si snodano in un percorso che coinvolge gran parte del centro storico. Cerimonia inaugurale domani alle 18 alla Casa delle energie e la sera alle 20,30 e alle 22,30 al cinema Eden proiezione del film «Mappelthorpe, look at the picture». Sabato alle 15,30 allo Spazio Image workshop della Epson sul colore e la sera alle 21 incontro su come nasce un servizio fotografico. Domenica alle 9,30 al caffè O’Clock incontro con gli instagramer che verranno introdotti alla scoperta degli artisti, alla galleria Imago dalle 10 alle 13 letture portfolio con Annalisa Savoca, Massimo Agus e Saverio Langianni, alle 16 da Imago in via Vittorio Veneto 33 incontro su «Ritorno alla fotografia?» e alle 21 al teatro Virginian di via Redi spettacolo teatrale «Gli occhi di Vivian Maier» di e con Roberto Carlone. Il festival riprenderà giovedì 6 dicembre. Foto in mostra a Spazio Imago, Palazzo Sacchi, Casa dell’energia, Logge del grano, Palazzo Gozzari, chiesa dei Santi Lorentino e Pergentino, Camera Chiara, Museo dei mezzi di comunicazione, Casa Bruschi, Fotoclub La Chimera, S.Maria della Porta, Museo archeologico, Coffee O’Clock, We52100 coworking, parcheggio Mecenate e libreria La Fenice.