castiglioni film
castiglioni film

Arezzo, 28 maggio 2021 - Annunciata la settima edizione del Castiglioni Film Festival: la manifestazione cinematografica si svolgerà dal 15 al 18 luglio a Castiglion Fiorentino, presso la Corte del Cassero e il Teatro Comunale “Mario Spina”, e sarà dedicata alla commedia.

Tante le novità, a cominciare dagli ospiti: protagonisti saranno infatti quattro registi e sceneggiatori d’eccezione, quali Enrico Vanzina, Alessandro Pondi, Neri Parenti e Massimiliano Bruno.

Hanno confermato la loro presenza e riceveranno il premio Castiglioni Film Festival anche la stilista Regina Schrecker, l’attore Maurizio Mattioli e tante altre personalità del mondo del cinema italiano e internazionale.

Un evento fortemente voluto dall’amministrazione comunale di Castiglion Fiorentino, guidata dal sindaco Mario Agnelli, dall’Assessore alla Cultura Massimiliano Lachi e da tutta la Giunta, per sostenere la cultura e la Settima Arte – il cinema – in un momento così importante e delicato.

«Il Festival, per noi, deve essere, appunto, una festa del cinema e anche quest’anno la intendiamo in tutte le sue declinazioni; infatti tra i nostri ospiti abbiamo non solo registi e attori, ma anche sceneggiatori, costumisti e produttori, così da far conoscere dal vivo la “macchina” del cinema. Il Festival è, quindi, un’occasione non solo per vedere delle belle pellicole, ma anche per conoscere le persone che hanno fatto del cinema la loro vita» dichiara Massimiliano Lachi, assessore alla Cultura.

Il Festival, patrocinato dalla Regione Toscana, da quest’anno (e fino al 2023) avrà un nuovo direttore: il regista Romeo Conte, già ideatore e promotore di altri festival italiani di grande successo, che – con la sua Events Production – si occuperà della selezione dei film e degli ospiti, della direzione generale, tecnica e della segreteria. Il regista ha raccolto con grande entusiasmo questa nuova sfida, ritenendo che Castiglion Fiorentino possa diventare l’ombelico del cinema della commedia italiana.

L’ulcera del signor Wilson, capitanata dal presidente Jacopo Bucciantini, si occuperà invece della logistica, del concept stilistico dell’evento e dell’organizzazione in loco, mentre Francesca Capaccioli seguirà le relazioni pubbliche.

I conduttori del Festival saranno il giornalista e critico cinematografico Paolo Calcagno, la conduttrice e giornalista Giulia Ghizzani e il comico e presentatore Piero Torricelli.

«Siamo molto contenti di ciò che riusciremo a proporre quest'anno al pubblico, sia in termini di ospiti che di film, e ciò dimostra che abbiamo sfruttato questi mesi di apparente pausa per costruire progetti e idee brillanti, onde raggiungere gli obbiettivi prefissati. Da sette anni a questa parte, Castiglion Fiorentino si trasforma in una cittadella del cinema regalando a chi vi partecipa serate gradevoli ma anche spunti per approfondimenti di temi importanti. La “Settima Arte” animerà, quindi, la nuova estate castiglionese» dichiara il sindaco Mario Agnelli.

Tutte le proiezioni saranno ad accesso gratuito, nel rispetto delle misure di sicurezza per il contenimento dell’emergenza Coronavirus. Il programma delle quattro giornate (fra matinée, appuntamenti pomeridiani e serali) prevede le proiezioni di cortometraggi di autori italiani ed internazionali in concorso in tre sezioni: Corti Commedia, Corti Dramma e Corti Art/Experimental.

Per ogni sezione è stata costituita una giuria popolare, scelta tra gli abitanti di Castiglion Fiorentino e dintorni, presiedute da Alessandro Pondi per la sezione Commedia e Gabriele Maccauro per la sezione Art/Experimental. A loro il compito di assegnare i premi di miglior film, miglior regia, migliore sceneggiatura e migliore interpretazione maschile e femminile.

I premi che verranno assegnati ai vincitori e alle vincitrici sono due differenti interpretazioni della Torre del Cassero di Castiglion Fiorentino, eseguite dall’artista Lucio Minigrilli, su ispirazione del logo del Festival ideato da Davide Lucioli, e dall’artista Emanuele Tanganelli.

Oltre alla selezione di cortometraggi, le giornate del Festival prevedono anche le proiezioni di lungometraggi, che avranno luogo nella Corte del Cassero alle ore 21.

Ad inaugurare il Festival, il 15 luglio, sarà il film La vita è una cosa meravigliosa, diretto da Carlo Vanzina. Fra gli ospiti presenti alla serata il fratello Enrico Vanzina, sceneggiatore del lungometraggio, e uno degli attori protagonisti, Maurizio Mattioli.

Il 16 luglio verrà proiettato in anteprima speciale il film Scuola di mafia di Alessandro Pondi, con Nino Frassica e Paola Lavini. Il regista sarà presente alla proiezione insieme alle attrici Paola Minaccioni e a Monica Vallerini, interpreti della pellicola. Durante questa serata, riceverà il premio alla carriera la stilista Regina Schrecker.

Il 17 luglio sarà la volta del film Non ci resta che il crimine di Massimiliano Bruno, il quale sarà presente insieme ad alcuni dei protagonisti del film. Alla stessa serata presenzierà anche il musicista Nello Salza, primo trombettista nell’orchestra di Ennio Morricone, nonché collaboratore di Nicola Piovani e di innumerevoli maestri del cinema.

La sera del 18 luglio avverrà la premiazione dei cortometraggi in gara e il Festival si concluderà con la proiezione di Fantozzi va in pensione di Neri Parenti. Questa stessa serata sarà dedicato un premio al regista, re della commedia all’italiana e campione d’incassi negli ultimi trent’anni.

Nel corso delle giornate del Festival sarà organizzato anche uno spazio chiamato “Cinè – Incontri con il cinema” in cui pubblico, stampa e addetti ai lavori avranno la possibilità di incontrare i protagonisti e gli ospiti del Festival. Nel corso di uno di questi incontri sarà presentato il romanzo di Enrico Vanzina, dal titolo Una giornata di nebbia a Milano, edito da Harper Collins, alla presenza dello scrittore e sceneggiatore.

In concomitanza con il Festival, sarà anche inaugurata una mostra dedicata ai mestieri del cinema, curata da due grandi protagonisti della Settima Arte nel nostro Paese: Lorenzo Baraldi, scenografo, e Gianna Gissi, costumista, entrambi vincitori del David di Donatello e già candidati alla vittoria di numerosi e prestigiosi premi internazionali, fra cui il Golden Globe Award.

La mostra sarà inaugurata il 14 luglio e terminerà il 26 agosto; avrà luogo nel sottotetto del Teatro Comunale “Mario Spina”. Al suo interno saranno esposti bozzetti di scenografie a opera di Lorenzo Baraldi per cui alcuni capolavori della cinematografia italiana, fra cui: film di Mario Monicelli come Il Marchese del Grillo, Amici miei, Un borghese piccolo piccolo, Bertoldo, Bertoldino e Cacasenno, I Picari, Le Rose del deserto; Trilussa storia di amore e poesia, di Lodovico Gasperini; Il postino, di Michael Radford e Massimo Troisi.

Fra le opere di Gianna Gissi, invece, saranno presenti bozzetti per i costumi dei film Amici Miei, Il Marchese del Grillo, Bertoldo, Bertoldino e Cacasenno, Il Postino; oltre a questi, anche Johnny Stecchino, di Roberto Benigni, Al lupo al lupo, di Carlo Verdone, e Ladri di bambini, di Gianni Amelio.

Il Festival ha il sostegno di alcune aziende – fra cui TiberPack (Sansepolcro) – che credono nel comparto cultura e che intendono valorizzare Castiglion Fiorentino, città che nei prossimi anni sarà centro del cinema indipendente, nazionale e internazionale.