La festa della donna
La festa della donna

Firenze, 6 marzo 2019 - Un giorno tutto dedicato alle donne. L’8 marzo è alle porte e le iniziative a Firenze e in provincia sono diverse. Dalle feste alle cene con amiche, senza dimenticare gli appuntamenti più culturali. Per tutte ecco qualche idea.

Una giovane e talentuosa direttrice d’orchestra sul podio del Maggio in occasione della Festa della donna. Sarà Anna Rakitina a dirigere l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino l’8 marzo in un concerto durante il quale verrà eseguito D’un matin de printemps per orchestra di Lili Boulanger, la Sinfonia del mare di Gian Francesco Malipiero e la Sinfonia n. 6 in do maggiore D. 589 di Franz Schubert.

Giovani musicisti interpretati da un giovane direttore donna che - come Lorenzo Viotti appena salito sul podio del Maggio - è a pochi giorni dal festeggiare il trentesimo compleanno. Alle signore che parteciperanno alla serata, verranno riservati dei biglietti a prezzo ridotto e un omaggio del brand Teatro Fragranze Uniche.

L’8 marzo si festeggia anche al Museo Novecento con una giornata più che sfaccettata. Per celebrare la Festa della donna il museo propone, oltre all’ingresso gratuito per tutte le signore, un programma di iniziative tutto al femminile. Alle 17.30 in programma il concerto Note al Museo del gruppo Musica Antiqua del Maggio Musicale Fiorentino, che vedrà i violinisti Anna Noferini e Luigi Cozzolino, interpretare la Sonata in Fa maggiore RV 70 di Antonio Vivaldi, la Gulliver Suite di Georg Philipp Telemann e La Folliadi Arcangelo Corelli. Alle 18 Cristiana Palandri, Pietro Dossena e Sahba K. Amiri proporranno la performance A Fragmented Deity, ispirata a Molly Bloom, “divinità frammentata” dell’ultimo capitolo dell’Ulisse di James Joyce mentre alle 19 le studentesse dell’associazione culturale La Stanza dell’attore, sotto la guida del regista Giovanni Micoli, proporranno il reading “Poesia, il tuo nome è femmina” di brani scelti dai testi di alcune delle più grandi poetesse della storia.

A Villa Vogel venerdì 8 marzo, alle 17, il recital del Menestrello Fiorentino Beltrando e a seguire l’attrice Mery Nacci interpreterà alcuni brani da “La primavera delle donne”.

Dopo il tutto esaurito degli scorsi anni a Firenze e nel resto d’Italia, la compagnia Teatro a Manovella ripropone, a grande richiesta, “I monologhi della vagina”. Tratto dal capolavoro di Eve Ensler del 1996, è forse il più celebre spettacolo che parla con ironia e profondità dell’emancipazione della donna e sicuramente un modo per festeggiare l’8 marzo. Lo spettacolo andrà in scena al Puccini stasera 6 marzo (ore 21).

"Siamo tutte donne" al Teatro della Limonaia: venerdì 8 marzo, a partire dalle 21, un pubblico sproloquio per muse, eroine e dive con ingresso gratuito per le donne e 10 euro per gli uomini.
Anche a Greve in Chianti una serata per festeggiare la giornata internazionale della donna. In programma incontri, musica e spettacoli mettendo al centro tre storie al femminile.  Tre nomi d’eccezione: Laura Margheri, giovane eccellenza italiana della robotica con riconoscimento mondiale, Silvia Querci, artista straordinaria, fra le più apprezzate voci del musical italiano e della musica leggera che si esibirà con un ricco repertorio e Nassira Camara, mediatrice linguistico-culturale e formatrice. L’appuntamento è alle 19.30 presso la Casa del Popolo di Greve (Via Luca Cini 5).

Come coniugare carriera professionale e esigenze familiari, senza inutili sensi di colpa e ansie? La riposta arriva venerdì 8 marzo, nel giorno della Giornata Internazionale della donna, allo Spazio Costanza, unico coworking a Firenze con servizio di babysitting per le mamme, che offre alle famiglie servizi di conciliazione vita lavoro, gestito dall’Associazione Co-Cò.  Alle 18.30, in via del Ponte alle Mosse 32-34 rosso, è in programma l’incontro “Donne, che lavoro!” con su come destreggiarsi al meglio tra figli e lavoro.


E questo anno la sorpresa è doppia, l'8 marzo non solo cade all'interno della settimana dei musei con ingresso quindi gratuito all'interno dei più bei templi della cultura ma è anche venerdì: tutti i locali offriranno serate a tema. Che altro dire? Tirate pure fuori i vostri tacchi a spillo.