Arezzo, 7 settembre 2018 - Scorrono le immagini delle opere più celebri di Piero della Francesca, il Professore si ferma sulla Madonna del Parto: “La Vergine, Domina ma meditante, modesta, potente da generare il Divino, quella Vergine che conservabat omnia verba in corde suo, non comprende ma liberamente obbedisce”. Così Massimo Cacciari, professore emerito di Filosofia presso l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, accennò alla Madonna del Parto durante la lectio magistralis “L’icona del Cusano e Piero della Francesca”, tenutasi il 6 aprile 2017 a Sansepolcro, organizzata dall’Associazione Progetto Valtiberina. Una pittura spaziosa, monumentale e impassibilmente razionale: senza dubbio uno dei raggiungimenti più alti degli ideali artistici del primo Rinascimento, un'età in cui arte e scienza erano unite da vincoli profondi.

Cacciari torna dunque in Valtiberina, sabato 8 settembre alle  18 nei Musei civici della Madonna del Parto a Monterchi, per una lezione ‘da maestro’ sulla rappresentazione di Maria in Piero della Francesca, in un viaggio sul significato filosofico della Madonna del Parto. “E’ per noi motivo di grande orgoglio il ritorno del Prof. Massimo Cacciari – dichiara Massimo Mercati presidente dell'Associazione Progetto Valtiberina – e la sua lectio sulla Madonna del Parto, sul Volto della Madre, è un approfondimento culturale atteso e importante, nella logica in cui cultura e valorizzazione del territorio si muovono insieme per lo sviluppo in un’ottica di crescita qualitativa della Valtiberina Umbro Toscana.

Per questo siamo molto contenti e grati a tutti coloro , istituzioni , imprese e cittadini, che hanno collaborato alla realizzazione di questo evento.” “Sarà un momento di altissimo valore culturale destinato ad arricchire l’intero territorio della Valtiberina- prosegue Silvia Mencaroni, Assessore alla Cultura del Comune di Monterchi- reso possibile grazie alla collaborazione con l’associazione Progetto Valtiberina. Monterchi accoglie con entusiasmo la lectio magistralis del Prof. Cacciari su una delle opere più importanti del Rinascimento “La Madonna del Parto”, unica nel suo genere, capace di parlare da sempre al pubblico di ogni epoca”. L’ingresso è gratuito, ma è obbligatoria la prenotazione inviando una e-mail all’indirizzo di posta elettronica prenotazioni@progettovaltiberina.it.