Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
17 mag 2019

Meditazione per l'uomo attuale. La due giorni ad Arezzo Fiere

Sarà condotta da Pier Franco Marcenaro fondatore del Centro dell'uomo di Sargiano e presidente del Centro interreligioso mondiale. Ha premiato Zeffirelli, Veronesi, Bocelli e Benigni

17 mag 2019
featured image
Marcenaro con Bocelli
featured image
Marcenaro con Bocelli

Arezzo 17 maggio 2019 - Quando la conoscenza di se stessi porta alla felicità usando la sapienza di tanti maestri. Pier Franco Marcenaro, presidente del Centro interreligioso mondiale, terrà due incontri sabato e domenica sulla “Meditazione per l’uomo attuale”. I temi affrontati? Come conoscere noi stessi e creare armonia dentro e attorno a noi, ritrovando le energie perdute in una vita quotidiana sempre più complessa e frenetica; come vivere in modo pacifico e costruttivo in una società ormai multietnica, multiculturale e multireligiosa. Le conferenze si terranno sabato alle 17.30 e domenica alle 10.30 ad Arezzo Fiere col Patrocinio della Regione Toscana. "Un incontro sull’antica disciplina della meditazione, oggi più che mai attuale e praticabile da chiunque senza limitazione di età, sesso, stato sociale o tradizione religiosa di appartenenza - spiega Marcenaro - la meditazione migliora l’essere umano spiritualmente, mentalmente e fisicamente, rendendolo così capace di affrontare in modo positivo i complessi e molteplici problemi posti di fronte a lui dalla società contemporanea”.

Marcenaro, direttore finanziario di un prestigiosi brand internazionali, che ha portato il Made in Italy nel mondo, ha fondato il Centro dell’Uomo con sede a Sargiano, una Onlus impegnata nella pace, nel rispetto e valorizzazione dell’ambiente e in progetti umanitari realizzati in Italia e all’estero: tra gli altri, la collaborazione coi giovani dell’Istituto di Agazzi ad Arezzo, l’ospedale “100 bambini di Djourbel” per l’infanzia abbandonata del Senegal e “Pozzi e villaggi nel Sinai” in favore di popoli in via di sviluppo sul loro stesso territorio. Dal 1999 è presidente del Centro Interreligioso Mondiale che lavora con Onu e Commissione Europea. Ha  presieduto la giuria del premio triennale “Arte, scienza e pace”, che annovera fra i vincitori Fernanda Pivano (2002), Franco Zeffirelli (2005), Umberto Veronesi (2012), Andrea Bocelli (2015) e l'anno scorso  Roberto Benigni.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?