Biennale di arte febbrile a Stia
Biennale di arte febbrile a Stia

Arezzo 16 novembre 2019 - Saranno assegnati domenica 17 novembre alle 17 al Lanificio di Stia, durante la rassegna "VinOlioNovo", i premi del terzo concorso fotografico della Biennale di arte fabbrile. Tre i vincitori del concorso e due menzioni speciali decretati dalla giuria di esperti presieduta da Roberto Rossi, presidente Fiaf, Federazione italiana associazioni fotografiche. Ad aggiudicarsi il primo premio Jacopo Nannoni con lo scatto ‘Duro lavoro 5’. “Un'immagine  che rappresenta la complessità di un lavoro di gruppo – spiega la giuria nella sua motivazione - è evidente la completa collaborazione, la reciproca assistenza, la cura per il materiale e l’attenzione per il prodotto che si sta formando, secondo un disegno condiviso. L’uso del bianco nero valorizza le persone ed il loro lavoro concentrando lo sguardo sul gesto”. Secondo classificato Antonio Candio con la fotografia ‘Forme n. 5’ e terzo classificato Paolo Moracci con la fotografia ‘Senza titolo – 03’.

«Siamo molto soddisfatti sia per il numero di fotografie ricevute – spiega Maria Gemma Bendoni presidente Associazione Biennale d’Arte Fabbrile – ma soprattutto per la qualità dei lavori presentati. La giuria, che ringrazio per il prezioso lavoro svolto, ha dovuto confrontarsi a lungo per decretare i vincitori. Il concorso fotografi rappresenta un ulteriore modo di raccontare, per immagini, la nostra biennale». Due le menzioni speciali: la prima a Yuri Materassi per la fotografia ‘Strumenti#2’ e la seconda a Michele Squillantini per lo scatto ‘Passion level Pro’. Il concorso fotografico ha visto arrivare alla giuria ben 154 fotografie scattate durante la XXIII Biennale europea d’arte fabbrile che si è svolta a Stia lo scorso agosto.