Vinci (Firenze), 20 aprile 2017 - Pronti, via. E’ arrivato il momento degli auguri. A chi? Al Genio del Rinascimento. A Leonardo da Vinci che domenica 23 aprile sarà festeggiato a dovere nel paese che gli ha dato i natali. Alle 18,30 il taglio della torta realizzata dalle pasticcerie di Vinci e che sarà offerta ai partecipanti. Tutto il paese, colorato di giallorosso, assisterà al volo di un aereo e al lancio dal cielo di una corona di alloro sulla casa natale di Leonardo.

Dalle 10 al tramonto artisti e figuranti animeranno le strade con percorsi guidati alla scoperta dei luoghi di Leonardo.

Il paese, per un giorno intero, accanto all’offerta museale tradizionale, andrà a proporre un ritorno al passato. Nel senso di riscoperta della festa che fu, «il giorno di Leonardo».

Tornando agli auguri, chiunque, fino a domenica prossima, può realizzare un video e postarlo sulla pagina Facebook «Il giorno di Leonardo», accompagnandolo con gli hashtag #augurileonardo #ilgiornodileonardo. Un modo come un altro per partecipare a un evento che sa di promozione turistica ‘itinerante’. Sì, perché tutto il paese si è mobilitato, a partire dal Centro commerciale naturale Vincincentro, dalla ProLoco e dalla Consulta delle associazioni. 

UN EVENTO dal forte valore simbolico che si proietta nel futuro, reinventandosi di anno in anno verso il 2019, quando si svolgeranno le celebrazioni del 500enario della morte del Genio. Vinci basso, il castello dei Conti Guidi, il battistero, la Strada verde e ancora la casa natale di Anchiano saranno naturale scenario di una festa per grandi e per bambini. Di fatto l’evento toccherà la storia con rappresentazioni e personaggi dal fascino cinquecentesco visite guidate e laboratori ad hoc. Un salto nel passato.

Tale e quale quello proposto da ‘imbandierata’ giallo-rossa e lancio della corona di alloro sulla casa natale: gesti che riporteranno indietro la memoria del paese fino al 1959, anno della prima celebrazione de «Il giorno di Leonardo».

S.P.