La torre di Casermarcheologica
La torre di Casermarcheologica

Sansepolcro (Arezzo) 10 settembre 2020 - Hanno costruito una torre alta dieci metri con semplici scatoloni di cartone. Un vero e proprio monumento progettato dall’artista Grossetete e innalzato con l’aiuto di tanti volontari dentro il cortile del polo culturale Casermarcheologica di Sansepolcro. La sera questa torre è stata illuminata e tornerà a dare spettacolo di sé venerdì 11 settembre fino alle 24. Sarà anche possibile visitare le sale al primo piano, progettate e realizzate dai ragazzi assieme all'artista Olivier Grossetete. Poi sabato 12 settembre, alle 16, la torre verrà abbattuta e si stanno cercando trenta persone che vogliano partecipare alla demolizione.  Questa la nuova installazione di Casermarcheologica che sta ospitando in  residenza fino al 12 settembre, la “Construction monumentale participatives” di Olivier Grossetete, e per dieci giorni l’ex Caserma dei Carabinieri di Sansepolcro, centro dedicato alle arti contemporanee, è stato il  laboratorio di uno degli artisti più visionari del panorama internazionale. Olivier Grossetête porta negli spazi di CasermArcheologica le sue opere in cartone, un evento di creazione e realizzazione che coinvolgerà cittadini e appassionati nella costruzione di un monumento e di una serie di stanze utopiche. L’iscrizione al laboratorio è gratuita  scrivendo a casermarcheologica@gmail.com o al numero 3493433414. Da oltre 17 anni le visioni di questo artista prendono forma in monumentali costruzioni in cartone, che animano le città del mondo coinvolgendo gli abitanti nella realizzazione di quelle che sono vere e proprie performance collettive. Il progetto, sostenuto dal Ministero dei beni culturali, tramite il bando Creative Living Lab, ha previsto tra il 2 e il 4 settembre la costruizione di questo monumento in cartone, alto oltre dieci metri, ospitato nel chiostro di CasermArcheologica. 

Silvia Bardi