sagra
sagra

Arezzo, 12 settembre 2019 - Fine settimana del gusto tra sagre, feste paesane ed eventi dedicati alla gastronomia. Appuntamento da non perdere a Montagnano, da giovedì 12 a domenica 15 e da giovedì 19 a domenica 22 settembre con la 47esima edizione della Sagra della Nana. Dai primi anni '70 il paese è teatro di una sagra che punta alla salvaguardia delle tradizioni gastronomiche della zona, tramandate di generazione in generazione fino ad oggi. Tra le specialità che sarà possibile gustare durante la sagra le bistecche di Chianina, le braciole e le salsicce di maiale e i fagioli cotti al fuoco, il tutto accompagnato da pane casereccio, olio e vino della produzione locale. Oltre ovviamente alla nana, ovvero l'anatra selvatica, preparata con la ricetta locale che prevede che venga insaporita con finocchio, sale, pepe e quindi cotta in forno. Oltre alle delizie gastronomiche, nei giorni della sagra il paese si veste a festa, ed è invaso dalle bancarelle della tradizionale fiera. Il programma degli spettacoli prevede inoltre musica e spettacoli ogni sera. Gli stand gastronomici della Sagra della Nana aprono tutte le sere dalle 19:15. Nel programma venerdì 13 musica con l'orchestra Baia blu e spettacolo Enjoy, sabato 14 balli con l'orchestra Omar Lambertini, domenica 15 Irene live. La festa torna venerdì 20 con l’orchestra Vanessa Moro, il 21 ci sarà Pietro Galassi e domenica 22 Fabrizio e i simpatici italiani. Lo Streetfood Village torna al Prato di Arezzo da venerdì 13 a domenica 15 settembre per la sua 10° edizione.

Ogni giorno dalle 11 a mezzanotte i food truck stazioneranno al Prato con il meglio del cibo di strada. Sul menù ancora una volta tantissime specialità dall’Italia e dal mondo. Gli immancabili arrosticini abruzzesi, le bombette di Alberobello, gli Hamburger di Chianina IGP, la Spalla di Cinta Senese in stile barbecue, le olive ascolane,le patate farcite. Dal Lazio pasta alla gricia, carciofo alla Giudia, supplì e frittura romana. Dalla Romagna la Piadina e dalla Campania la pizza fritta e montanara e il fritto misto napoletano. I fritti e la porchetta. Il tutto accompagnato dalla birra artigianale e dal Prosecco Doc a marchio Streetfood. Da giovedì 12 a lunedì 16 settembre a San Giovanni Valdarno, ci sono gli eventi della Festa del Perdono. Giovedì apre la festa alla presenza del Gonfalone del Comune di San Giovanni Valdarno e della “Famiglia del Gonfalone del Comune di Firenze” sfilerà con il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina, alle 21.15, in Piazza Masaccio: “«Vi voglio mandare tutti in Paradiso: Rievocazione storica di una festa popolare e religiosa nata a Castel San Giovanni nel Quattrocento e diffusasi in tutto il Valdarno. Venerdì 13 alle 21.30, in Piazza Masaccio: spettacolo “Ballando Ballando”. Sabato 14 settembre dalle 16 in Corso Italia: “Perdono dei Sapori”; e nella Sala della Musica in Piazza della Libertà: “III Concorso Miglior Vinsanto Artigianale”. Alle 21.30, in Piazza Masaccio: “Dirotta su Cuba in concerto”. Domenica 15 apre in centro alle 9 il “Mercatino delle Idee, Collezionismo e Vintage”, dalle 10 in Corso Italia torna “Perdono dei Sapori”. Dalle 15 alle 18 al Museo delle Terre Nuove di Palazzo d’Arnolfo: “Il piccolo Masaccio e le Terre Nuove”, proiezione del corto animato dedicato alla storia di Castel San Giovanni. Alle 16 nella sala della musica in Piazza della Libertà la fase finale del “III Concorso Miglior Vinsanto Artigianale. Alle 19 in Piazza Masaccio: “Tombola del Perdono. Alle 20.30, a Palazzo d’Arnolfo: “Sapori della Terra di Masaccio” cena alla scoperta della tradizione. E alle 21.30, in Piazza Masaccio “Harmony sotto le stelle”. Gran finale lunedì 16 quando per tutta la giornata ci sarà in Corso Italia la “Fiera del Perdono”; e la sera concerto in piazza Masaccio e a seguire spettacolo pirotecnico nel lungarno.