Firenze, 23 aprile 2019 - L'ippodromo di Firenze anche quest’anno come Royal Ascot, tra corse al galoppo e cappelli d’autore all’insegna della beneficenza: in occasione della 192esima Corsa dell’Arno in programma il 25 aprile, nel cuore del Parco delle Cascine, andrà in scena la VI edizione de ‘’Il cappello più bello per Corri la Vita’’, evento organizzato da Sanfelice in collaborazione con il Consorzio Il Cappello di Firenze.

L’evento è stato presentato questa mattina alla Club House dell’Ippodromo del Visarno da Bona Frescobaldi, presidente dell’Associazione Corri la Vita onlus, Carlo Meli, responsabile Ippodromo del Visarno, Cristina Giachi, vicesindaco di Firenze, assessore all’educazione, università e ricerca e Giuseppe Grevi, presidente Consorzio del Cappello di Firenze.

Protagonisti della giornata, assieme ai cavalli purosangue provenienti da tutta Italia, saranno i cappelli più eleganti ed estrosi, ma anche la solidarietà: tutto il ricavato della vendita dei cappelli realizzati dalle aziende del Consorzio che hanno aderito all’iniziativa - Angiolo Frasconi, Grevi, Marzi, Rossomenta, Trendintex - verrà infatti devoluta a Corri la vita Onlus, l'associazione presieduta da Bona Frescobaldi che raccoglie fondi da destinare a progetti concreti a sostegno di donne vittime di tumore al seno.

“Anche quest’anno grazie all’impegno e alla fantasia di tanti amici è stato possibile realizzare un evento di valore assoluto in grado di coniugare moda, divertimento e solidarietà - afferma Bona Frescobaldi -. Questa edizione della Corsa dell’Arno rappresenta una nuova conferma dell’affetto di Firenze verso Corri La Vita. Siamo orgogliosi di far parte di questo mondo e di poter destinare tutto ciò che ci viene donato a progetti concreti di aiuto e di sostegno alle donne che devono fronteggiare una sfida dura e impegnativa”.

“Avere uno spazio così bello a disposizione, in un luogo così suggestivo, e vederlo senza vita era un grande dolore - dice Cristina Giachi - Adesso grazie all’ippodromo c’è vita e tanti eventi organizzati in questi spazi che così si aprono a tutti i cittadini. L’evento del 25 aprile unisce la tradizione delle corse ippiche, quella della grande manifattura toscana e della solidarietà ragionata come quella di Corri la Vita”.

Per partecipare al concorso è necessario indossare un cappello, acquistandolo il giorno stesso della gara al corner del Consorzio all’ingresso dell’Ippodromo (nel costo del cappello sono comprese la quota d’ingresso e la donazione a Corri la vita), o arrivare all'ippodromo con un proprio cappello e in questo caso la quota per iscriversi al concorso è di 10 euro (la cifra include anche l’ingresso alla manifestazione e verrà totalmente devoluta a Corri la Vita).

Le categorie in gara sono Eleganza e Creatività (aperte alle signore, senza limiti di età) a cui si aggiunge la categoria Junior: riservata ai bambini dai 6 ai 14 anni che hanno realizzato i loro cappelli, con o senza l’aiuto di un adulto. I premi, tre per ciascuna categoria comprendono viaggi e oggetti di design messi a disposizione dai numerosi sponsor della ormai tradizionale manifestazione.

“Un evento di luci, colori ed emozioni, tra corse di cavalli velocissimi, cappelli eleganti e stravaganti ed una nobile finalità - dice Giuseppe Grevi - Siamo felici ed orgogliosi di far parte dell’organizzazione di una manifestazione così nobile come Il Cappello più bello per Corri la vita insieme alla Sanfelice della Famiglia Meli”.

Per l’occasione, l’azienda Frescobaldi offrirà agli ospiti il prezioso “Leonia Brut” che rinfrescherà le Signore durante la sfilata a la stilista Angela Caputi donerà un gioiello realizzato appositamente per l'occasione. La Giornata dell'Arno si completa, secondo tradizione con il percorso di degustazione coordinato da “the Real Taste of Tuscany” e, da quest’anno la Scuola di circo “en Piste” che farà divertire ed esercitare i più piccoli negli spazi dedicati.

Nel Parterre invece il Centro di Teatro Internazionale allieterà il pubblico con brevi pieces mentre non poteva mancare, al tondino, la mamma col puledrino appena nato...

Dalle 13,30 verranno aperti i cancelli dell’Ippodromo per la Corsa dell’Arno, competizione al galoppo più antica d'Italia. Per il concorso si consiglia di presentarsi entro le 15 presso il Visarno. La quota d’ingresso: per partecipare come pubblico alla Corsa dell’Arno il costo del biglietto è di 3 euro che verrà totalmente devoluto a Corri La Vita.