Presentazione romanzo Enrico Ianniello
Presentazione romanzo Enrico Ianniello

Barberino Val d'Elsa (Firenze), 14 settembre 2020 - E' stata un successo la presentazione del libro di Enrico Ianniello "La Compagnia delle illusioni" - edito da Feltrinelli nel 2019 - che si è svolta ieri nella pineta di Barberino Val d'Elsa, nell'ambito della 33esima edizione del Premio Letterario Chianti.
L'organizzazione ha provveduto al mantenimento delle distanze prescritte dalle vigenti normative, ma il pubblico, fra cui lettori e giurati, non ha fatto mancare il proprio affetto all'autore, molto conosciuto in quanto protagonista di fiction di successo sul piccolo schermo.


Durante la mattinata non sono infatti mancati interventi e domande, alle quali Ianniello ha risposto in modo colloquiale e scherzoso. Al termine della presentazione, l'attore ha accettato volentieri anche di realizzare qualche scatto con gli intervenuti.
"Ho vissuto quattro anni a Firenze, - ha detto Ianniello - dove ho studiato alla Bottega di Gassman. Per me è stato quindi un tornare in un luogo dove si sono maturati bellissimi ricordi. Il Chianti, in particolare, conosciuto e apprezzato in tutto il mondo, è un luogo che rimanda a un'idea dolce del vivere, alla semplicità. Sembra una cosa da poco ma, arrivato a 50 anni, scopro giorno dopo giorno, quanto sia importante. E questa dolcezza del vivere la riscopri nelle persone che partecipano agli incontri, con le quali è facile intrattenere, da subito, un rapporto familiare, simpatico, poco ingessato".
Quanto al suo romanzo ha sintetizzato: "Non sono uno scrittore a tesi, amo invece farmi stupire da quello che succede, ponendomi sempre dalla parte del lettore".

"Una delle voci più sorprendenti della recente stagione letteraria italiana ci regala una commedia ricca di svolte inaspettate e personaggi irresistibili, doppi, acutissimi" - ha commentato il portavoce della giuria.
Presente all'incontro anche lo scrittore Paolo Codazzi, fondatore e organizzatore del Premio Letterario Chianti, il quale ha dato appuntamento al 10 ottobre alle ore 17, nella piazza principale di Greve in Chianti, dove si svolgerà la cerimonia conclusiva del Premio che, oltre a Enrico Ianniello ha visto quest'anno tra i finalisti: Valerio Aiolli, Mariapia De Conto, Andrea Molesini, Gesuino Nemus.

Il riconoscimento, che annovera un giuria popolare di 350 lettori, è sponsorizzato e promosso da otto Comuni del Chianti fiorentino e senese: Greve in Chianti, Castelnuovo Berardenga, Castellina in Chianti, Gaiole in Chianti, Radda in Chianti, Impruneta, San Casciano Val di Pesa e Barberino Tavarnelle. Contribuiscono e sponsorizzano il premio il Rotary Club San Casciano Chianti, la Coop Cooperativa Italia Nova di Greve in Chianti, la Società di mutuo soccorso Fratellanza di Greve in Chianti.

Di particolare significato il contributo del Rotary Club San Casciano Chianti, che insieme al Premio, negli anni, ha preso in carico e portato avanti diversi progetti. Tra questi una scuola nel Benin, quale sostegno allo studio per chi ha particolari necessità, e serate con "Musica di stelle" in collaborazione con l'Osservatorio Polifunzionale del Chianti.

La selezione degli autori finalisti è stata operata su volumi di narrativa editi dal 1° luglio 2018 al 30 giugno 2019, dal Comitato Tecnico del Premio Letterario Chianti, composto da Paolo Codazzi, che ha assunto temporaneamente il ruolo di coordinatore dopo la scomparsa del compianto Giuseppe Panella, Silvia Martelli (Greve in Chianti), Cecilia Bordone (San Casciano in Val di Pesa), Maria Rosa Fabiani (Radda in Chianti), Paolo Santagati (Barberino Tavarnelle), Andrea Pucci (Castellina in Chianti) Deborah Montagnani (Gaiole in Chianti) e Samuele Megli (Impruneta).

La manifestazione, che ha il patrocinio della Provincia di Siena e la collaborazione della Città Metropolitana di Firenze, è stata inserita tra quelle di rilievo nazionale dal Ministero per i Beni e le Attività culturali.v Info: www.premioletterariochianti.it oppure 335 6797976.


Ilaria Biancalani