Il Flauto magico di piazza Vittorio
Il Flauto magico di piazza Vittorio
Firenze, 6 luglio 2019 -  Cinema d’autore, teatro dei burattini ed eventi per famiglie: entra nel vivo “Puccini Garden”, la rassegna culturale che quest’anno si svolge presso la Manifattura Tabacchi, neonato polo culturale della città di Firenze (via delle Cascine, 33), a cura di Teatro Puccini, Centrale dell’Arte e Pupi di Stac. La ricchezza narrativa del vicino Teatro Puccini si trasforma in un programma estivo che si rivolge ad un pubblico di ogni età. 12 appuntamenti di cinema, tra film e documentari, suddivisi in quattro ambiti tematici: Storie Stravaganti, Storie di Musica, Storie di visionari e Storie d’Islanda, oltre agli appuntamenti per i più piccoli.

Lunedì 8 luglio in prima toscana uno degli appuntamenti più significativi, la proiezione - nei nuovi spazi appositamente adibiti nel Cortile della Ciminiera - del documentario “Spettacolo" di Jeff Malmberg e Chris Shellen che narra la straordinaria storia del teatro povero di Monticchiello, borgo toscano che, dagli anni Sessanta, ogni estate mette in scena la vita dell’intero paese attraverso gli abitanti-attori. Il docu-film sarà proiettato alla presenza del direttore artistico Andrea Cresti, e degli abitanti-attori della Compagnia Denis Rappuoli e Marco Del Ciondolo. L’appuntamento fa parte della programmazione “Il cinema del Puccini”, a cura di Michele Crocchiola e Carlo Pellegrini, che spazia tra film e documentari (indipendenti e invisibili alla distribuzione classica).

L’itinerario cinematografico prosegue con la proiezione de “Il ragazzo più felice del mondo”, opera seconda del famoso fumettista e regista GIPI ( 9 luglio): un insolito viaggio alla ricerca della trama di un film che diventa una riflessione sulla propria notorietà. A seguire un altro appuntamento di rilievo, “Il flauto magico di Piazza Vittorio” sull’opera di Mozart reinterpretata da tutte le culture musicali dell’Orchestra di Piazza Vittorio ( 10 luglio) alla presenza dei registi Mario Tronco e Gianfranco Cabiddu (l’evento è organizzato da Festival au Desert).

Si prosegue con “Storie di cavalli e di uomini” di Benedikt Erlingsson ( 11 luglio), una commedia atipica e beffarda sul rapporto atavico tra uomini e animali, in salsa islandese, e con “Il refettorio. Miracolo a Milano” di Peter Svatek che racconta della storia vera e straordinaria del refettorio ambrosiano, quando per l’EXPO2015 lo chef Massimo Bottura invitò 60 suoi colleghi internazionali a unirsi a lui e trasformare il cibo ritirato dai mercati e dalle mense in deliziosi piatti per i senzatetto e i rifugiati ( 15 luglio). In programma anche “L'albero del vicino” di Hafsteinn Gunnar Sigurðsson, commedia nera che diventa apologo sui conflitti in agguato nella società contemporanea quando nella periferia residenziale di Reykjavík un enorme albero diventa la scintilla che scatena lo scontro tra due coppie vicine di casa ( 16 luglio). Ancora storie stravaganti con il folle mockumentary dal titolo “Joaquin Phoenix. Io sono qui!” di Casey Affleck che racconta la vita dell'attore Joaquin Phoenix, dall'annuncio dell'abbandono della sua carriera cinematografica a una carriera come artista hip hop ( 17 luglio).

Ad arricchire il ventaglio di proposte culturali in programma anche spettacoli per bambini con i burattini dell’associazione culturale Pupi di Stac con “Il giardino del Re” ( 14 luglio); “La storia di Prezzemolina” ( 21 luglio); “La bella addormentata” ( 28 luglio). E inoltre “Racconti sotto la tenda” a cura di Centrale dell’Arte, che racconterà storie da tutto il mondo, con echi di musiche lontane e momenti di gioco. Tra gli appuntamenti “Salima”, la Cenerentola Araba ( 9 luglio) e “Ye Xia” la Cenerentola Cinese (16 luglio).

Tutti gli spettacoli iniziano alle 18.