Un'iniziativa di una passata edizione delle Notti dell'Archeologia
Un'iniziativa di una passata edizione delle Notti dell'Archeologia

Firenze, 26 giugno 2019 - Sono diciannove le edizioni raggiunte dalle Notti dell' Archeologia toscane, un traguardo importante per questa manifestazione con l' archeologia e un momento molto atteso da un vasto pubblico di appassionati e non solo. Dal 29 giugno al 4 agosto oltre 200 eventi dedicati si susseguiranno nei musei, aree e parchi archeologici della Toscana grazie alle 105 adesioni raggiunte.

Il ricco programma delle Notti dell' archeologia, rivolto ad un pubblico di tutte le età, prevede aperture straordinarie serali e notturne, conferenze sui temi dell' archeologia, trekking urbano e nei siti archeologici, visite guidate per famiglie e adulti, laboratori didattici dedicati ai bambini dove potranno cimentarsi in attività manuali molto divertenti.

Per ulteriori informazioni è attivo il Numero Verde 800.860.070 curato dall'Urp della Regione Toscana.

"Questa diciannovesima edizione ha come filo conduttore "Arte e techne", un tema che valorizza le componenti estetiche ed artistiche delle collezioni e, in generale, del patrimonio culturale dalla preistoria ad oggi, con uno sguardo attento sia alle tecniche di realizzazione dei manufatti artistici che alla tecnologia disponibile dai tempi più remoti, in continua evoluzione", ha detto Monica Barni, vicepresidente regionale con delega alla cultura.

Alcuni dei principali eventi in programma

A Cortona (Arezzo) nel Parco Archeologico del Sodo, tutti i venerdi dal 5 al 26 luglio si svolgerà l'evento "Contemplum al tramonto. Al Parco tra archeologia e benessere", la prenotazione è obbligatoria. Mentre in località Farneta domenica 7 luglio si svolgerà la conferenza "L'altare - terrazza del Tumulo II del Sodo a Cortona e altri confronti in Etruria" a cura del prof. Stephan Steingraber.

In provincia di Firenze, esattamente a San Casciano Val di Pesa, al Museo Giuliano Ghelli, il 12 luglio, saranno presentati i reperti etruschi e romani di recente esposizione, come la Stele di Mamarke dal Poggio alla Croce e l'iscrizione romana di san Giovanni in Sugana, a seguire nell'anfiteatro antistante sarà messo in scena lo spettacolo "I sette contro Tebe" di Eschilo e "Antigone " di Sofocle. A Sesto Fiorentino, il 9 e 16 luglio ci saranno aperture notturne con percorsi guidati alla tomba etrusca della Montagnola.

A Grosseto, presso il Museo civico archeologico Isidoro Falchi di Vetulonia (Castiglione della Pescaia) si svolgeranno per tutto il mese di luglio visite guidate e incontri dedicati, come ad esempio mercoledi 10 luglio si svolgerà una conferenza e a seguire la visita guida alla mostra temporanea "Alalìa. La battaglia che ha cambiato la storia".

Mentre al Magma di Follonica domenica 28 luglio (18,00-23,00) ci sarà un laboratorio per bambini nel quale sarà creato un porta candele in ceramica con la tecnica del colombino e una lucerna romana. Il 2 agosto al museo archeologico di Massa marittima sarà inaugurata la mostra " La sfinge di Vulci e gli altri animali fantastici".

A Livorno al Museo della Città - Polo culturale Bottini dell'olio, ci saranno aperture notturne con visite guidate tematiche per adulti e bambini come la visita guidata di venerdi 12 luglio con letture dal titolo "Il vaso di Pandora". Al museo civico archeologico della Linguella a Portoferraio nei fine settimana di luglio si svolgeranno laboratori per bambini a tema archeologico.

Mentre alla Villa Romana delle Grotte sempre a Portoferraio venerdi 26 luglio ci sarà la conferenza "L'evoluzione del paesaggio della Rada di Portoferraio attraverso i secoli" a cura di Anna Guarducci e Franco Cambi dell'Università di Siena.

A cura del Museo archeologico di Camaiore (Lucca), nel centro storico della cittadina, sabato 6 luglio si svolgerà un percorso itinerante tra varie postazioni allestite in cui i partecipanti potranno avere notizie storico-artistiche sui principali monumenti e si potrà partecipare a laboratori didattici su alcune delle tecnologie medievali e degli aspetti della vita quotidiana durante il Medioevo.

A Pietrasanta, sempre sabato 6 luglio, al Museo archeologico Versiliese Bruno Antonucci, si svolgerà la Conferenza a cura della dr.ssa Simonetta Menchelli dell'Università di Pisa "Rotte antiche nel Tirreno settentrionale" dedicata ai traffici commerciali che dall'epoca etrusca all'età romana hanno interessato il bacino settentrionale del Tirreno, alla luce delle ultime scoperte archeologiche. Un viaggio per terra e mare fatto di merci, scambi, mercanti e marinai.