Grosseto, 28 settembre 2017 - Domani pomeriggio, con proiezione fino alle 23, tornano gli appuntamenti scientifico–culturali della «Notte dei ricercatori in Toscana». Anche quest’anno l’Università di Siena, anche, ma non solo, con il Polo universitario grossetano, partecipa al progetto europeo Bright. Nelle principali città d’Europa, domani sera, laboratori e musei scientifici resteranno aperti al pubblico di qualsiasi età per far conoscere le più moderne attività di ricerca portate avanti, appunto, dai ricercatori dei più prestigiosi atenei europei. E Grosseto è tra le oltre 200 città europee del progetto Bright.

Fitto il cartellone degli appuntamenti che spaziano dai laboratori, alle conferenze; dai tavoli tematici, alle visite alle sedi museali e di ricerca. Tre i temi sui quali si svilupperà la notte europea della ricerca: uomo e ambiente, le risorse del territorio, la città ed il suo territorio. Dieci gli eventi organizzati tra le 17 e le 23 nei laboratori del Dipartimento di Scienze Storiche e dei Beni culturali, al Museolab, al Museo Archeologico e d’Arte della Maremma e al Museo di Storia Naturale della Maremma. Alla notte della ricerca contribuisce anche il progetto dello Science Bus che già da alcuni giorni si trova in piazza della Palma per proporre attività sperimentali attraverso metodi originali e alternativi. Tutti gli eventi di «Bright» saranno gratuiti e vi potranno partecipare persone di tutte le età: lo scopo del progetto è infatti diffondere più possibile la cultura partecipata attraverso la quale i cittadini diventano parte integrante del processo scientifico e vi partecipano come volontari affiancati dai ricercatori.

Gli enti coinvolti sono: il Dipartimento di Scienze Storiche e dei Beni culturali dell’Università di Siena, il Polo Universitario Grossetano, il Bioscience Research Center, Il Comune e la Provincia di Grosseto, il Museo Archeologico e d’Arte della Maremma, il Museo di Storia Naturale della Maremma ed il Polo Liceale «P.Aldi» di Grosseto. «I nostri musei saranno ancora una volta protagonisti di un grande evento – ha detto ieri Luca Agresti, vicesindaco e assessore alla cultura del Comune di Grosseto intervenendo alla presentazione della notte dei ricercatori – Questo conferma la nostra volontà, cioè quella di rendere questi luoghi pieni di storia dei punti di riferimento per la comunità. Valorizziamo le nostre risorse, lo facciamo facendole vivere. Ci stiamo riuscendo e questo ci rende orgogliosi». «Lo scorso anno – ha detto la consigliera provinciale con delega all’università – abbiamo registrato un successo, che adesso si riproporrà in un’altra chiave. Particolare attenzione è infatti dedicata al territorio e alle sue risorse. Grosseto, su questo tema, non poteva certo mancare». 

Ecco il programma completo:

Location: L’iniziativa si svolgerà su più sedi del centro storico di Grosseto.

Piazza Baccarini dove si affacciano il Museo Archeologico e d’Arte della Maremma e il MuseoLab (via Vinzaglio 27).
Piazza della Palma, Museo di Storia Naturale di Grosseto.
Via Zanardelli 2, Dipartimento di Scienze Storiche e dei Beni Culturali.

Orario: dalle ore 17:00 alle ore 20:00, Piazza Baccarini – dalle 18:00 alle 23:00, Piazza della Palma

CITIZEN CULTURE – La cultura partecipata (migliora la vita!)

Serie di conferenze e attività pratiche per la divulgazione di progetti di ricerca scientifica e culturale al pubblico. In questo evento i cittadini faranno parte integrante del processo scientifico e vi parteciperanno come volontari affiancati dai ricercatori. Una maggiore conoscenza della scienza, della storia e dei beni culturali porta ad un miglioramento della qualità della vita.

Uomo e Ambiente

I ragazzi raccontano la scienza: esperimenti in laboratorio
Bioscience Research & Polo Liceale “P. Aldi” di Grosseto (attività anche per bambini) dalle 17:00 alle 20:00, Piazza Baccarini

Latitudini e alimentazione. Geografia dell’agricoltura
Conferenza a cura di Giancarlo Macchi (Università di Siena), ore 17:00, Museo Archeologico e d’Arte della Maremma, Piazza Baccarini

Qualità degli alimenti: criticità & ricerca scientifica
A cura di Monia Renzi (Bioscience Research Center) ore 18:00, Museo Archeologico e d’Arte della Maremma, Piazza Baccarini

 

Museo di Storia Naturale della Maremma

Tavoli Tematici

Tecniche a servizio di pratiche agricole sostenibili e salvaguardia di specie vegetali protette, a cura di Lorenzo Moncini, Giampaola Pachetti, Maider Giorgini (CRISBA- ISIS “Leopoldo II di Lorena”)

Le nuove tecnologie fotovoltaiche: i pannelli Ibridi ed Organici, a cura di Lucio Cinà (Cicci research; Center for Hybrid and Organic Solar Energy – CHOSE)

Emergenza incendi: la siccità e lo stress della vegetazione come cause naturali, a cura di Lucia Innocenti e colleghi (LAMMA)

Ecologia delle aree costiere: gli invertebrati del sistema spiaggia-duna, a cura di Lorenzo Chelazzi (Museo di Storia Naturale della Maremma)

Science Bus Crew, a cura di Mud Battery / DIY soap, ore 18:00-23:00, Strada Corsini 5 (ex Piazza della Palma), Grosseto

 

LE RISORSE DEL TERRITORIO

L’argilla e la sua tecnologia dalla Preistoria all’età romana. Laboratorio di sperimentazione (attività anche per bambini), a cura di Preistoria Università di Siena e Museo Archeologico e d’Arte della Maremma, Piazza Baccarini, dalle 17:00 alle 20:00

Dall’argilla alla ceramica. Lo studio della composizione dei manufatti ceramici di età preistorica del territorio grossetano Pannelli didattici a cura del Dipartimento Scienze Storiche e dei Beni culturali, Piazza Baccarini, dalle 17:00 alle 20:00

 

LA CITTÀ E IL SUO TERRITORIO

Visita alle sedi museali

Museolab (con percorso tattile con riproduzione in 3D di immagini bidimensionali secondo le linee di Vietato Non Toccare), Via Vinzaglio 27

Museo Archeologico e d’Arte della Maremma,Piazza Baccarin

Museo di Storia Naturale della Maremma, Strada Corsini 5 (ex Piazza della Palma)

 

Visita alle sedi di ricerca

Laboratori universitari in via Zanardelli 2 (su prenotazione)