Un momento della scorsa edizione
Un momento della scorsa edizione
Manciano, 16 maggio 2019 - Torna il Manciano Street Music Festival, la kermesse musicale che da nove anni anima le vie del borgo grazie a marching band e artisti italiani e stranieri. La nona edizione, organizzata dall’associazione musicale “Diego Chiti” con il patrocinio e il contributo del Comune di Manciano, si svolgerà quest’anno dal 6 al 9 giugno. “Dopo il successo della scorsa stagione – ha spiegato Michele Santinelli, presidente dell’associazione musicale Diego Chiti e direttore artistico del festival – abbiamo deciso di migliorarci ancora introducendo alcune novità. Intanto quella di portare, prima dell’apertura, il festival tra i banchi di scuola e in alcune piazze della provincia di Grosseto e di Viterbo. Non solo, abbiamo anche allargato il numero delle band partecipanti e quest’anno per la prima volta avremo la partecipazione di una band proveniente dagli Stati Uniti. Abbiamo anche confermato il concertone del venerdì sera per promuovere il festival, scegliendo Paolo Belli e la sua Big band, reduci da Ballando con le stelle, che ci regaleranno grande qualità dopo la scelta azzeccata di Fabio Concato fatta lo scorso anno. Oltretutto il consiglio direttivo della nostra associazione è formato da otto componenti delle False partenze: una formazione nata proprio sullo stile della band di Belli”. Il programma è stato annunciato lo scorso venerdì, durante la serata di presentazione organizzata a Manciano, per annunciare le novità, le attività e i concerti di questa nona edizione. Saranno otto i gruppi che parteciperanno: quattro italiani e quattro internazionali, più l’ospite speciale per il concerto del venerdì sera. i parte dall’Italia con la Magicaboola Brass Band, la street band di San Vincenzo (Livorno), che è di casa al festival aprendo tradizionalmente le esibizioni e che questa estate parteciperà ad alcune date del tour di Jovanotti nelle spiagge; si passa per il Khora quartet, un quartetto di archi di musicisti milanesi che si muovono tra composizioni originali e standard jazz, rock ed evergreen italiani, e si arriva ai fiorentini di Tuballo swing, un gruppo di artisti che nasce per diffondere la potenza e l’eleganza del ballo swing, con l’idea di coinvolgere il pubblico e portarlo a muoversi con gioia e ad esprimersi liberamente sulle note allegre di questo genere musicale. Ad accompagnare i ballerini sarà la Riviera Hot Club formazione ligure del noto chitarrista Renzo Luise de Fano. Dalle strade della Francia arrivano i Pastors of Muppets: una metal brass band, composta da 12 fiati e un batterista che ripropongono, in versione “street”, brani celebri dei più grandi nomi del genere metal. Le note della New York brass band vengono invece dall’Inghilterra: è la migliore brass band del North Yorkshire, una formazione di nove elementi sulla linea delle moderne marching band americane per un repertorio che spazia dal jazz al pop, passando per il reggae, il funk e lo ska. Dall’Argentina arriva la Desmadre Orkesta, che emoziona con il suono dei cumbias colombiani, delle milongas di Buenos Aires, degli ottoni dei Balcani, la dolcezza della fisarmonica, la forza delle percussioni, la profondità dell’euphonium. Infine dagli Stati Uniti arriva la Frog&Henry string band, prima volta per una band statunitense al nostro festival, che porterà il dixieland originale targato New Orleans con un repertorio fantastico, interpretato da sette professionisti della musica di strada.