Car sharing, al via un servizio sperimentale a Sesto Fiorentino e Calenzano

Nato dalla collaborazione tra Università di Firenze, gruppo FS e la società di car sharing E-Vai, il progetto si basa sulla condivisione dei veicoli per le periferie urbane e le municipalità medio piccole delle città metropolitane

La presentazione

La presentazione

Firenze, 12 aprile 2024 – Un progetto innovativo sul versante della mobilità che arriva dalla piana fiorentina. È stato presentato alla stazione di Sesto Fiorentino il progetto pilota di car sharing e car pooling ‘The ultimate sharing service’, che sarà testato in via sperimentale nei comuni di Sesto e Calenzano.

Nato dalla collaborazione tra Università di Firenze, gruppo FS e la società di car sharing E-Vai, il progetto si basa sulla condivisione dei veicoli per le periferie urbane e le municipalità medio piccole delle città metropolitane. L’ateneo ha collaborato alla realizzazione attraverso l’attività di ricerca dei dipartimenti di Ingegneria civile e ambientale, Ingegneria industriale e Ingegneria dell’informazione.

Il servizio sarà attivo entro la fine di aprile nei due comuni fino a venerdì 28 giugno e prevederà l’utilizzo di nove veicoli: quattro da otto posti e cinque da sei. Potrà essere testato dai residenti di Sesto Fiorentino, dai pendolari che lavorano a Sesto o nella zona industriale di Calenzano. Importante: gli spostamenti che potranno essere prenotati tramite applicazione devono comprendere la stazione ferroviaria di Sesto (partenza, destinazione o tappa intermedia).

Le persone interessate alla sperimentazione dovranno installare l’app di Tuss (che sarà rilasciata a breve) sul proprio cellulare e registrarsi con i propri dati. Gli utenti che saranno selezionati per la sperimentazione riceveranno un borsellino elettronico per prenotare il viaggio e le corse avranno un costo differente nel caso avvengano all’interno o all’esterno del comune di Sesto.

Il servizio di prova è inizialmente fornito dal lunedì al venerdì, esclusi i festivi, dalle 6 alle 19. Se il viaggio è previsto per le prime ore del mattino la prenotazione della corsa va effettuata entro la sera prima (limite di prenotazione le 3 del mattino); per usare il servizio nel resto della mattinata e nel pomeriggio è necessario prenotare il servizio con almeno un’ora di anticipo sull’orario richiesto.

Alla presentazione hanno partecipato Marco Pierini, prorettore al trasferimento tecnologico dell’Università di Firenze, Adriano Alessandrini, docente di Trasporti e responsabile scientifico di Tuss, Lorenzo Falchi e Claudia Pecchioli, sindaco e vicesindaca di Sesto Fiorentino; Luca Beccastrini, del coordinamento Fs progetto del Centro Nazionale sulla Mobilità Sostenibile (MOST); Francesco Pedol, della smart mobility E-Vai.

Il progetto pilota, finanziato nell’ambito del centro nazionale sulla mobilità sostenibile avviato coi fondi del Pnrr, è supportato dalla Città Metropolitana di Firenze e dai comuni di Sesto Fiorentino e Calenzano.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro