La gru che si sbilancia e quel tentativo di uscire. Morto sul lavoro a Pontassieve, la dinamica

I colleghi hanno provato a salvarlo usando un altro mezzo, ma è stato tutto inutile

Inutili i soccorsi (foto Ansa)

Un'ambulanza del 118 all'esterno del Pronto Soccorso dell'ospedale S.Martino di Genova, 1 agosto 2018. Si registra maggiore afflusso di pazienti ma nessuna criticita' particolare. ANSA/LUCA ZENNARO

Pontassieve, 28 marzo 2024 – Il mezzo che si sbilancia lateralmente, il tentativo di uscire dalla cabina, la gru che si adagia su un fianco e lo schiaccia. E’ morto così l’operaio di 36 anni che ha perso la vita sul lavoro in un’azienda a Le Sieci, frazione di Pontassieve.

I colleghi hanno provato ad aiutarlo prendendo una seconda macchina operatrice per fare leva sul mezzo a terra e liberare il 36enne, ma le ferite riportate erano davvero troppo gravi. L’uomo, a causa dell'importante trauma, ha riportato uno schiacciamento del torace che ha comportato per ben due volte l'arresto cardiaco ed una grave insufficienza respiratoria.

Una volta liberato da sotto il mezzo, infatti, l'uomo è stato rianimato dai colleghi ma quando sono arrivati i soccorsi medici si è nuovamente arrestato il cuore ed è stato rianimato per una seconda volta senza, tuttavia, mai riprendere coscienza. Inutile il trasporto a Careggi: l’operaio è morto nel pomeriggio. 

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro