Grosseto, controlli fuori dall'ospedale (foto Aprili)
Grosseto, controlli fuori dall'ospedale (foto Aprili)

Firenze, 5 marzo 2020 - Dopo una giornata molto difficile in Toscana per l'aumento sensibile di casi di coronavirus, le famiglie da oggi sperimentano l'obbligo di tenere i figli a casa. Dieci giorni senza scuole, come deciso dal Governo, in tutta Italia. Decisa la sospensione delle lezioni, si pone ora il problema di come venire incontro alle famiglie che, in alcuni casi, avranno i figli a casa per circa un mese. Segui qui sotto la diretta della giornata. RILEGGI LA DIRETTA DEL 4 MARZO - CULTURA, ECCO GLI EVENTI ANNULLATI - SPORT, GLI EVENTI ANNULLATI - HAI UNA DOMANDA SUL CORONAVIRUS? INVIACELA VIA WHATSAPP

Banca chiusa per cliente positivo al coronavirus

Ore 19.20 - Una banca nella centralissima piazza della Signoria a Firenze è stata temporaneamente chiusa. Un cliente che l'ha frequentata in questi giorni è risultato positivo al coronavirus. La chiusura temporanea si è resa necessaria per la sanificazione dei locali. LEGGI L'ARTICOLO

Il bilancio del giorno in Toscana: 23 nuovi casi, alcuni critici. Ci sono anche due neonati

Ore 18.40 - A giovedì 5 marzo in Toscana sono 61 i tamponi complessivi risultati positivi al test del Coronavirus “Covid-19”. Tra mercoledì sera e giovedì pomeriggio sono 23 i nuovi casi. A questo link tutti i nuovi casi. 

Fra questi anche un bambino di 3 mesi di Chiusi (Siena). Otto i nuovi casi in provincia di Firenze, quattro in provincia di Pisa. Dei tre nuovi casi in provncia di Lucca due sono gravi. Positivi anche marito e moglie di Licciana Nardi (Massa Carrara), avevano frequentato una sala da ballo nello Spezzino. Una neonata di 45 giorni è stat atrasferita in serata da Massa al Meyer di Firenze.

Tossisce nel vagone, i passeggeri fanno fermare il treno

Ore 18.10 - Un passeggero salito a Carrara sull'Intercity Livorno-Milano aveva tosse e raffreddore: è bastato a scatenare il panico e a far sì che i passeggeri facessero pressione al capotreno perché fermasse il convoglio. Cosa puntualmente avvenuta a Sestri Levante, dove l'uomo con la tosse è stato isolato su un vagone perché potesse completare il suo viaggio fino a Milano.

I vescovi toscani: stop a benedizioni pasquali, pellegrinaggi e catechismo

Ore 17,19 Nuove indicazioni dei vescovi toscani a tutte le parrocchie per rispettare le indicazioni del Governo. Tra le decisioni più rilevanti per questo tempo di quaresima ci sono lo stop alle benedizioni pasquali, ai pellegrinaggi, al catechismo. Clicca qui per L'ARTICOLO

"Piante e fiori toscani respinti alle frontiere" 

Ore 16.31 - È allarme tra i florovivaisti, che sono sul piede di guerra perché vengono disdetti e rifiutati alle frontiere piante e fiori destinati all'esportazione o messi in quarantena con interpretazioni restrittive di alcune dogane, con la motivazione che nel nostro Paese c'è l'epidemia di coronavirus. Lo sottolinea il presidente della Federazione nazionale del florovivaismo di Confagricoltura Francesco Mati. Al palo in particolare le produzioni provenienti da Liguria e Toscana, i due grandi distretti del nostro Paese, l'uno per piante aromatiche, in vaso, fiori recisi e fronde, l'altro per vivai.

«Il blocco dell'export di prodotti florovivaisti (tra l'altro deperibili) è assurdo, pretestuoso - sottolinea Mati - per motivazioni assolutamente false perché il Coronavirus non si trasmette attraverso le piante, neppure quelle aromatiche. Ci vogliono interventi chiari e rigorosi, innanzi tutto a livello europeo ma anche mondiale, per fermare lo sciacallaggio in atto. Tutto il Made in Italy, compreso quello florovivaistico, è sotto attacco» conclude.

A Pistoia aperta la centrale operativa "remota"

Ore 16,26 Aperta a Pistoia la Cross, centrale remota di soccorso: mappa i posti letto disponibili e ricerca medici per eventuali necessità. Per il video clicca qui

Sospesa l'attività ambulatoriale in numerosi ospedali

Ore 16,15 A partire da venerdì 6 e fino al 15 marzo sarà sospesa l’attività ambulatoriale all’interno di numerosi ospedali. A questo link l'elenco completo

Arezzo, insegnante positiva al tampone

Ore 15.01 - Primo caso a Arezzo città. Positiva al tampone una insegnante. LEGGI L'ARTICOLO

"Incentivi per chi fa vacanze in Italia"

Ore 14.31 - Inserimento in dichiarazione dei redditi, per gli anni 2020 e 2021, delle spese sostenute per effettuare le vacanze in Italia e allungamento dei mesi di disoccupazione, nei prossimi giorni in scadenza, al personale che opera nelle zone turistiche stagionali. A lanciare le due proposte per fronteggiare le conseguenze dell'emergenza coronavirus sul comparto turistico e termale è il sindaco di Chianciano Terme (Siena) Andrea Marchetti con una lettera inviata al presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Chianciano Terme, infatti, è tra i maggiori centri termali nazionali con oltre 100 strutture alberghiere ed extra alberghiere, per un totale di circa 8mila posti letto. 

«La nostra proposta si configurerebbe - ha spiegato ancora il primo cittadino - come un importante incentivo per gli italiani a trascorrere le vacanze all'interno dei nostri confini nazionali, con il conseguente beneficio per le nostre sofferenti strutture ricettive». «Alla luce di queste considerazioni - ha concluso Marchetti - sono a richiedere provvedimenti urgenti prima che il fenomeno delle cancellazioni a raffica si trasformi in una totale catastrofe, costringendo molte imprese a ridurre il personale o addirittura a chiudere i battenti».

Il rapper Ghali cancella appuntamenti a Firenze e Lucca

Ore 14,06 - Cancellati gli appuntamenti di Lucca e Firenze dei firma copie del rapper Ghali in programma oggi per la presentazione dell'album 'Dna'. "La decisione - si legge in una nota - è stata presa seguendo le indicazioni delle questure coinvolte e come forma di riguardo nei confronti dei numerosi fan dell'artista, che vuole privilegiare la tutela della salute di tutti in un momento così delicato. Ghali è molto dispiaciuto e spera di poter recuperare presto l'occasione d'incontro".

Piacentino positivo alla gara di ballo toscana: quarantena per i partecipanti

Ore 14 - Dodici persone, tutte impiegate in strutture ricettive, in quarantena domiciliare fino al sette marzo. È quanto disposto con ordinanza dal sindaco di Chianciano Terme Andrea Marchetti, dopo aver ricevuto comunicazione dall'Asl Toscana sud est di un caso risultato positivo al coronavirus a Piacenza. L'uomo, secondo quanto ricostruito dai sanitari, aveva preso parte ad un festival di ballo che si è svolto dal 21 al 23 febbraio nella cittadina termale toscana.

Due contagiati a Lucca

Ore 13.59 - Due persone sono risultate positive al tampone del coronavirus a Lucca. Una persona è in rianimazione, l'altra è ricoverata a Malattie Infettive all'ospedale lucchese. LEGGI L'ARTICOLO

Lo sport si ferma: tanti eventi annullati

Ore 13.50 - Sono tanti gli eventi sportivi annullati in Toscana - LEGGI L'ARTICOLO

A Firenze chiude il Teatro della Pergola, Il Maggio annulla tre spettacoli

Ore 13,30 «Purtroppo sono costretto ad annunciare la chiusura del Teatro della Pergola sino alla fine della durata del decreto del presidenza del Consiglio dei Ministri». Lo ha detto l'assessore alla cultura del Comune di Firenze Tommaso Sacchi dopo le ultime misure del Governo sul Coronavirus. Il teatro del Maggio annulla tre spettacoli. I musei civici invece resteranno aperti ma con lo stop ai gruppi (ARTICOLO QUI)

"Tecnicamente il coronavirus è già una pandemia"

Ore 12.02 - "Tecnicamente questa è una pandemia. Perche' l'Oms non ha dichiarato la pandemia? Molto semplice, perché non ne ha bisogno. Nel momento in cui ormai da settimane aveva dichiarato l'emergenza sanitaria internazionale ha tutti gli strumenti legislativi per intervenire in tutti gli stati del Mondo". Lo ha detto Pierluigi Lopalco, epidemiologo dell'Università di Pisa, ad Agorà Rai Tre, rispondendo alla domanda se si possa parlare di pandemia.

Rally, rinviate due importanti manifestazioni

Ore 11.40 - A seguito delle ultime disposizioni emanate nel Dpcm di ieri per far fronte all'emergenza coronavirus, e' stato rinviato a data da destinarsi, che verra' comunque comunicata a breve, il Rally Il Ciocco e Valle del Serchio. La decisione e' stata presa in sinergia tra la societa' organizzatrice dell'evento sportivo e la direzione per lo Sport Automobilistico dell'Aci.

La gara toscana, che prevede la partenza da Forte dei Marmi e la corsa nella zona di Castelnuovo di Garfagnana e la Tenuta del Ciocco, sarà valida per il Campionato Italiano Rally, Cir Costruttori, Cir Asfalto, Cir Due Ruote Motrici, Campionato Italiano R1 e Coppa Rally di Zona (6a Zona). Rimandato anche il 14^ Rally Città di Arezzo-Crete Senesi e Valtiberina, previsto dal 20 al 22 marzo. La gara, per la quale si sta valutando una nuova data, era stata identificata quale prima prova del Tour European Rally oltre che seconda prova del Cir Terra Autostoriche e gran finale del Challenge Raceday Rally Terra.

Serie C, ecco le gare a porte chiuse

Ore 11.53 - La Lega Pro ha ufficializzato l'elenco delle partite di serie C che, alla luce del dereto del presidente del Consiglio di mercoledì, si disputeranno a porte chiuse nei prossimi giorni. SERIE C - GIRONE C - 11^ GIORNATA DI RITORNO - 07-08-09/03: Avellino - Ternana, Bisceglie - Catania, Catanzaro - Bari, Cavese - Potenza, Monopoli - Casertana, Picerno - Reggina, Sicula Leonzio - Rende, Teramo - V. Francavilla, Vibonese - Paganese, Viterbese - Rieti. SERIE C - GIRONE A - RECUPERO 8^ GIORNATA DI RITORNO: 10-11/03 Giana Erminio - Como, Lecco - Pro Patria, Pro Vercelli - Novara.

Rimborso baby sitter per personale sanitario

Ore 11.10 - "Rimborseremo le spese per baby sitter del personale sanitario" Un rimborso per le spese sostenute dal personale sanitario al lavoro per contrastare il coronavirus e costretto a coprire con baby sitter l'orario scolastico. Ad annunciarlo è il presidente della Regione Enrico Rossi in un post su Facebook. "In attesa di eventuali decisioni da parte del governo - annuncia Rossi - poiché è necessario avere in servizio tutto il personale sanitario possibile, oggi, la giunta regionale della Toscana decide di rimborsare al personale dipendente delle aziende sanitarie la spesa della o del baby sitter per l'orario scolastico del figlio".

Il ministero: "Andremo incontro alle famiglie con misure specifiche"

Ore 10.02 - "Ci stiamo muovendo con la massima celerità e determinazione a tutela dei lavoratori pubblici e privati - sottolinea oggi il viceministro all'Economia, Laura Castelli -. E' in fase di definizione una norma che prevede la possibilità per uno dei genitori, in caso di chiusura delle scuole, di assentarsi dal lavoro per accudire i figli minorenni". Castelli spiega di aver avuto già un colloquio con il ministro Gualtieri e gli altri competenti. "Faremo tutto quello che è necessario per ridurre al massimo i disagi". 

Oltre ai congedi parentali allo studio, vanno ricordate alcune indicazioni: Sono sospesi i viaggi d'istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche comunque denominate, programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado. Riguardo alle assenze, la riammissione nei servizi educativi per l'infanzia e nelle scuole di ogni ordine e grado per assenze dovute a malattia infettiva soggetta a notifica obbligatoria, di durata superiore a cinque giorni, avviene dietro presentazione di certificato medico.

I dirigenti scolastici, sentito il collegio dei docenti, attiveranno se possibile e per tutta la durata della sospensione delle attività didattiche nelle scuole modalità di didattica a distanza. Importante ricordare anche che le assenze maturate dagli studenti a causa dell'emergenza Coronavirus "non sono computate ai fini della eventuale ammissione ad esami finali nonché ai fini delle relative valutazioni".

RIVEDI IL FILO DIRETTO CON GLI ESPERTI - DECALOGO ANTI-BUFALE - UMBRIA, AGGIORNAMENTI LIVE 

LE CONSEGUENZE ECONOMICHE: COME PARTECIPARE AL FILO DIRETTO DE LA NAZIONE CON LE ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA VENERDI' ALLE 17

Quarto caso a Castelfranco

Ore 9,40 - Quarto caso di Coronavirus in provincia. Stavolta l'epidemia ha colpito in Valdarno, nel comune di Castelfranco-Piandiscò. Positiva una persona che è stata posta in isolamento insieme alla madre. A darne l'annuncio sul suo profilo Facebook è stato il sindaco Enzo Cacioli. Ecco il testo di quanto ha scritto sui social: "Ieri sera ho ricevuto comunicazione ufficiale da parte della Direzione dell'Azienda USL Sud Est della presenza nel nostro territorio comunale di una persona risultata positiva alle analisi sul Coronavirus COVID-19.

Primo caso a Grosseto

Mercoledì sera si è avuta la notizia del primo caso di un paziente positivo al coronavirus anche a Grosseto.  Si tratta di un anziano ricoverato al Misericordia. E' stato lo stesso sindaco Vivarelli Colonna a confermarlo via Facebook.

Avvocati fermi per 15 giorni

L'Organismo Congressuale Forense ha indetto l’astensione dalle udienze e da tutte le attività giudiziarie, in ogni settore della Giurisdizione e in tutta Italia, per il periodo di quindici giorni dal 6 marzo e fino al 20 marzo,

Livorno, dodici in quarantena

Sono dodici le persone in quarantena domiciliare a Livorno dopo aver avuto rapporti stretti con il 55enne ricoverato in terapia intensiva all'ospedale e positivo al Coronavirus: si tratta di due medici, due infermieri, tre Oss, due tecnici radiologi, il medico di famiglia, la moglie e la figlia.  Il 55enne, è stato spiegato, è diabetico, sovrappeso al limite dell'obeso, e con problemi respiratori pregressi legati a una bronchite cronica. Dalla Asl si è appreso che il 55enne ha avuto un percorso ospedaliero controllato, sempre con criteri di prudenza rispettati, con mascherina protettiva indossata prima di entrare al pronto soccorso, accolto in via Gramsci dai sanitari che lo stavano aspettando su indicazioni del medico curante. Ha avuto pochissimi contatti e per poco tempo, subito messo in isolamento. Il tampone gli è stato fatto per il rapido peggioramento delle condizioni anche se l'uomo non aveva informato i sanitari di essere stato a Bologna per una gara di biliardo, nonostante le numerose richieste dei sanitari stessi.

Verso le dimissioni la donna di Codogno ricoverata a Massa

La donna di 65 anni di Codogno, in provincia di Lodi, tornata nella seconda casa di Carrara, è ancora ricoverata nel reparto Malattie infettive dell'ospedale Apuane di Massa ma è in buone condizioni e potrebbe essere presto dimessa e tornare a casa; il coniuge della donna è ancora in isolamento nella sua abitazione di Carrara e sta bene.

I nuovi casi dell'area fiorentina

I nuovi casi positivi registrati mercoledì nella Asl Toscana centro sono sei. Si tratta di una donna di 39 anni di Scandicci, in buone condizioni, a casa. Un uomo di 79 anni di Firenze, ricoverato a Malattie infettive di Careggi, in condizioni stazionarie. Una donna di 65 anni, dell'area fiorentina, ricoverata in Terapia intensiva a Careggi, in condizioni critiche. Un uomo dell'area fiorentina, del '52, cardiopatico e diabetico, ricoverato in Terapia intensiva a Careggi, in condizioni critiche. Un uomo del '67 di San Casciano, ricoverato a Malattie infettive di Careggi. Un uomo dell'area fiorentina, di 61 anni, trasferito da Ponte a Niccheri a Terapia intensiva di Careggi, in condizioni critiche.

Niente musei gratis a Firenze

"Visto l'irrigidimento delle misure imposte dal Governo sul Coronavirus, il Comune di Firenze sospende la gratuità dei musei civici prevista per il 6, 7 e 8 marzo prossimi". È quanto comunica Palazzo Vecchio che nei giorni scorsi aveva lanciato l'iniziativa. Giovedì alle 11.30, al Teatro della Pergola, l'assessore alla cultura Tommaso Sacchi farà il punto della situazione.

Si aggrava uomo in provincia di Arezzo

E' in rianimazione un uomo che nelle scorse ore era risultato positivo al coronavirus in provincia di Arezzo, a Poppi. L'uomo è in Rianimazione - LEGGI L'ARTICOLO

Scuole e università chiuse in tutta Italia per 10 giorni

Le scuole di ogni ordine e grado e le università saranno chiuse per 10 giorni a partire da giovedì 5 marzo fino al 15 marzo. Si dovrebbe tornare in aula lunedì 16 marzo - LEGGI L'ARTICOLO

Toscana, ospedale vietato a chi ha sintomi influenzali

La Regione Toscana ha deciso di interrompere "l'accesso all'ospedale di tutti i visitatori, pazienti ambulatoriali, operatori sanitari che presentano sintomi simil-influenzali" come raffreddore, tosse, febbre, difficoltà respiratorie.

La Toscana ridurrà le operazioni chirurgiche non necessarie 

Per contrastare il Coronavirus e prepararsi ad accogliere, nell'eventualità, un maggior numero di pazienti la Regione Toscana vuole recuperare la disponibilita' di 100 posti letto in piu' di terapia intensiva. E per tutelare gli stessi medici e infermieri dalla diffusione del virus riduce a un quarto l'attività ospedaliera. Lo prevede un'ordinanza del governatore Enrico Rossi: "Conto di firmarla nel pomeriggio- spiega nel corso di una conferenza stampa- dopo una discussione in conference call" coi direttori delle Asl. L'atto dovrebbe essere implementato nell'arco di qualche giorno. Due gli strumenti pensati: un'intesa con la sanità privata e una riduzione drastica dell'attività programmata chirurgica e medica "non necessaria. Blocchiamo l'attività programmata- dichiara Rossi- e riduciamo in questo modo a un quarto l'attività nei nostri ospedali. Da domani chiederemo di avere pazienza". Questa misura, sostiene, "servira' a garantire di ricoverare una persona a rischio polmonare. Se siamo in guerra con questo virus non ci possiamo perdere le casematte. Bisogna contenere e curare". E fra le disposizioni in via di preparazione c'è anche la richiesta per lo stesso personale sanitario degli ospedali di restare a casa e di non lavorare nel caso in cui manifesti sintomi simil-influenzali.