Siena, 21 ottobre 2021 - Silvio Berlusconi e il pianista di Arcore Danilo Mariani, che vive a Sarteano (Siena), assolti perché il fatto non sussiste al processo Ruby ter a Siena dove erano imputati per corruzione in atti giudiziari. La sentenza è stata pronunciata dal giudice Simone Spina, presidente del nuovo collegio del processo relativo a uno stralcio del filone principale del cosiddetto Ruby ter. Berlusconi era difeso dai legali Federico Cecconi, Enrico De Martino e Lorenzo De Martino. "Sollievo e soddisfazione": questi riferiscono Forza Italia, sono i sentimenti di Berlusconi per questa sentenza. 

Le accuse della procura

La Procura sosteneva che il leader di Forza Italia avesse pagato Mariani per indurlo a falsa testimonianza sulle "cene eleganti" ad Arcore. Il pubblico ministero Valentina Magnini aveva chiesto per entrambi gli imputati una pena di 4 anni di reclusione. Danilo Mariani suonava alle feste di Arcore ed era in rapporti di lavoro con l'ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi che ne ha sempre apprezzato le doti artistiche.

image

"Un giusto epilogo"

Questa la sentenza del tribunale dopo circa un'ora di camera di consiglio. "Grandissimo risultato, tutti e due assolti con formula piena: sono veramente contento. Non stupito: è il giusto epilogo di questo processo che forse si doveva fermare un po' prima", il commento di uno dei legali di Silvio Berlusconi, avvocato Enrico De Martino.

Silvio Berlusconi

"Berlusconi è sollevato e soddisfatto"

"Ho sentito Berlusconi poco fa, è evidentemente sollevato e soddisfatto", ha detto l'avvocato Federico Cecconi, uno dei legali del Cavaliere.

Meloni: "Il mio abbraccio affettuoso"

Dopo la sentenza, il leader della Lega Matteo Salvini e Giorgia Meloni, a capo di Fratelli d'Italia, hanno chiamato Silvio Berlusconi per complimentarsi. Telefonate che fanno seguito all'incontro che i tre leader del centrodestra avevano avuto in presenza nella residenza di Berlusconi. Un incontro politicamente strategico per tracciare la linea dei prossimi mesi. "Felice per l'assoluzione di Silvio Berlusconi al processo Ruby ter - dice Giorgia Meloni -. Il verdetto di oggi pone fine finalmente a un caso che durava da troppi anni. Al presidente di Forza Italia va il mio abbraccio affettuoso".

Salvini: "Sono contento"

Matteo Salvini ha sentito Silvio Berlusconi e si è complimentato per l'assoluzione nel processo Ruby-ter. Parlando a `Porta a porta' il leader della Lega ha detto: "L'ho sentito, gli ho fatto i complimenti. Sono contento per Silvio Berlusconi che - può stare simpatico o antipatico - ma per questo paese ha fatto tanto".

Il precedente

Il 13 maggio scorso Mariani, il pianista di Arcore, era stato condannato a due anni per non aver detto il vero su ciò che avveniva a quelle cene ma farà, come annunciato dai suoi legali Salvatore Pino e Lucia Fanny Zoi, appello.

Danilo Mariani con Silvio Berlusconi

Tajani: "Chi lo conosce non ha mai dubitato"

"Berlusconi assolto a Siena nel processo Ruby ter perché il fatto non sussiste. Chi lo conosce non ha mai dubitato della sua innocenza. Quanto fango prima di arrivare alla verità", scrive su Twitter Antonio Tajani, coordinatore nazionale di Forza Italia. "Un gioioso e affettuoso abbraccio a Silvio Berlusconi, assolto 'perché il fatto non sussiste' da parte del tribunale di Siena nel processo Ruby ter", è invece la frase che scrive il vicepresidente dei deputati di Forza Italia, Simone Baldelli

"Immeritato dolore a Berlusconi"

«L'assoluzione del nostro presidente Silvio Berlusconi - dice il presidente del gruppo Forza Italia alla Camera, Paolo Barelli - è una notizia bellissima, motivo per tutti noi di grandissima gioia. Lo dico a nome mio e del gruppo di Forza Italia alla Camera, che ho l'onore di presiedere. Al tempo stesso, c'è il fortissimo rammarico per il dolore immeritato, per gli attacchi strumentali subiti, per gli anni perduti dietro a un processo costruito sul nulla - come noi non avevamo alcun dubbio che fosse - e terminato in una bolla di sapone».

Gli altri processi dell'ex premier

Per Berlusconi sono ancora in corso i dibattimenti di altri due filoni, quello principale a Milano e un altro a Roma. Altri guai giudiziari pendenti per il Cavaliere sono il processo a Bari per la vicenda 'escort-Tarantini' e l'inchiesta a Firenze per le stragi di mafia. Nel Ruby ter di Milano vengono contestati al leader di Fi pagamenti per circa 10 milioni di euro in totale. Nel dibattimento Berlusconi è imputato con altre 28 persone, tra cui molte 'olgettinè, la stessa Karima El Mahroug, ma anche il giornalista Carlo Rossella e la senatrice Maria Rosaria Rossi.

Il Ruby ter di Roma

A fine maggio la seconda sezione penale del Tribunale di Roma ha stralciato per motivi di salute la posizione del Cavaliere, separandola da quella dell'altro imputato, il cantante e amico storico Mariano Apicella. Secondo l'accusa, Berlusconi avrebbe pagato anche il cantante per indurlo alla falsa testimonianza e la prima dazione di danaro sarebbe avvenuta a Roma. In totale, il musicista napoletano - che aveva partecipato ad alcune serate del 2010 finite al centro del caso Ruby, da cui Berlusconi è poi stato assolto - avrebbe percepito illecitamente 157mila euro per mentire.