Vandalismi e aggressioni, bus e autisti presi di mira

La maggior parte dei pullman di linea ha le telecamere di videosorveglianza. In poco più di due anni sono una ventina i danneggiamenti e le infrazioni

Sono tanti i casi di autobus vandalizzati o presi di mira da bulli
Sono tanti i casi di autobus vandalizzati o presi di mira da bulli

Pontedera, 7 febbraio 2024 – Minacce agli autisti. Bus spaccati. Bottiglie e tombini lanciati contro i pullman. Ragazzi che si arrampicano all’esterno dei finestrini come fossero scimmie, gruppetti di studenti che accerchiano le vetture del traporto pubblico locale e ne impediscono il servizio. Gente che fuma a bordo e che spacca i seggiolini. In due anni sono stati una ventina gli episodi di danneggiamento e infrazione sui bus di Autolinee Toscane in provincia di Pisa. I danneggiamenti sono più gravi perché mandano fuori uso i veicoli e impediscono lo svolgimento del trasporto pubblico. Le infrazioni sono quegli episodi che costringono l’autista a fermarsi per riprendere comportamenti errati da parte dei passeggeri.

Il numero è suddiviso equamente tra Pisa e l’area Pisana e Pontedera e la Valdera, la zona del Cuoio e la Valdicecina. L’ultimo a La Borra dove un giovane ha spaccato la porta posteriore del bus della linea 400 tra Casciana Alta e Pontedera Stadio. Ha dato in escandescenze perché voleva scendere in un punto dove non c’era la fermata. Quando l’autista ha allertato la polizia è scappato prima dell’arrivo degli agenti.

Il 7 novembre 2022 un bus della linea 240 (Pontedera, Santa Colomba, Quattro Strade, Cerretti, Staffoli) è stato spaccato da alcuni studenti. Si trattava di una vettura che ne sostituiva un’altra vandalizzata. Il 24 novembre un autista è stato colpito da una bottiglia di birra lanciata da un altro pullman alla fermata Pontedera Stadio. Pochi giorni dopo, il 7 dicembre, altro bus danneggiato, questa volta sulla linea Volterra-Pontedera, mentre il 16 gennaio dello scorso anno una rissa è scoppiata tra alcuni ragazzini delle medie di Santa Maria a Monte sul pullman di linea che li riportava a Montecalvoli. Il 2 febbraio 2023 un incendio, appiccato sul bus carico di studenti, è divempato durante il viaggio nel territorio comunale di Santa Maria a Monte. Il 21 maggio a Calcinaia un passeggero è stato ferito da una bottiglia di birra lanciata contro il pullman. Il 13 dicembre un autista è stato aggredito da un gruppo di studenti che volevano salire a tutti i costi per Casciana Alta nonostante il bus fosse pieno. Il 21 dicembre uno degli episodi che ha fatto più scalpore: sui social viene pubblicato il video di un giovane aggrappato al vetro posteriore di un pullman a Pontedera.

Come difendersi? Autolinee Toscane ha dotato di telecamere quasi tutte le vetture. Ne sono rimaste sprovviste solo poche unità che verranno dismesse a breve. Sempre a breve inizia la formazione di tutti gli autisti per utilizzare il pulsante di allarme per collegamenti con la centrale radio di Autolinee Toscane per richiedere l’intervento delle forze dell’ordine. Le Questure formeranno alcuni autisti che, a loro volta, insegneranno ai colleghi quando utilizzare l’allarme.