Abetone, è arrivata la neve. L’apertura degli impianti sciistici si avvicina

Le precipitazioni nevose delle notti tra sabato e lunedì sono state utili. Ottime anche le temperature rigide, che aiutano la "preparazione" Gli addetti ai lavori ci credono: "Per il ponte dell’8 dicembre ci saremo"

Abetone (Pistoia), 28 novembre 2023 – Una nevicata ricca più di fascino che di centimetri, ma che ha prodotto quel fondo su cui i cannoni hanno ininterrottamente sovrapposto neve. Nelle due notti tra sabato e lunedì la produzione di manto bianco non ha conosciuto soste e quel "velo di zucchero sul presepe" che sono state le precipitazioni dei giorni scorsi si è trasformato in neve perfettamente sciabile, prova ne sia che la pista Zeno 3 è praticamente già pronta. E così gli amanti della stagione bianca, come ha affermato Rolando Galli, presidente della Società Abetone Funivie, "possono iniziare a mettere gli sci ai piedi". Anche le previsioni sembrano volgere a favore degli appassionati: le temperature dei prossimi giorni, a eccezione di giovedì 30 novembre, saranno rigide favorendo la produzione di neve che andrà ad aggiungersi a quella che, auspicabilmente, scenderà dal cielo. Anche nell’ipotesi infausta che il rialzo della temperatura previsto portasse la pioggia, il repentino abbassamento del giorno seguente compenserà abbondantemente, quindi tutto sembra indirizzato verso il miglior risultato possibile. Tradotto, per il ponte dell’Immacolata (8 dicembre) le piste saranno perfettamente pronte. Tutto questo stando alle previsioni che, come si capisce dal nome, non sono certezze.

“Grazie all’esperienza inarrivabile di Giampiero Danti – sottolinea Rolando Galli – possiamo gestire anche le situazioni più complesse, ma questa volta sembra che non ce ne sarà bisogno. Abbiamo fatto grandi e importanti investimenti e si vedono i risultati già da questi primi giorni d’inverno: ne è dimostrazione la sciabilità della Zeno 3 già da subito. Questo mix tra precipitazioni, anche se modeste, e neve prodotta dai cannoni, sarà quello vincente per la stagione 2023/2024". C’è posto anche per un pensiero ispirato: "questa mattina quando mi sono alzata – racconta Clarissa Tonarelli, dell’Albergo Primula – ed ho visto scendere la neve, mi sono sentita felice, le previsioni, consultate in modo compulsivo, hanno tolto molta poesia ma, basta guardarle con criterio, il freddo, come si diceva un tempo, prepara il terreno alla neve. Le persone lo hanno capito, infatti ci sono già diverse prenotazioni, soprattutto per il fine anno ma, anche per il mese di dicembre qualcosa si sta muovendo. A breve torneremo a vedere quelle immagini belle di famiglie colorate sul tappeto bianco della neve, con bambini che si divertono e genitori che, a volte, si divertono ancor più dei figli. C’è bisogno di tornare a respirare un poco di gioia dopo un periodo parecchio impegnativo. Questo mi sembra un momento propizio".