Via della barra. Nasce comitato

Il Comitato Spontaneo Residenti Via della Barra di Vecchiano si prefigge di migliorare la situazione di una zona afflitta da droga e problemi di sicurezza. Collaborando con le istituzioni locali, vogliono ottenere risultati concreti per tutelare la popolazione.

VECCHIANO

E’ nato a Vecchiano, nei giorni scorsi, il "Comitato spontaneo residenti Via della Barra". Il comitato si prefigge l’obiettivo di impegnarsi per migliorare la situazione in una zona afflitta da droga e problemi di sicurezza. La volontà è quella di "migliorare a livello di manutenzione non solo la strada che percorre l’area, ma il territorio intero circostante". Un’area che rappresenta "il cuore storico dell’agricoltura vecchianese, produttrice di acqua potabile per Pisa e per Livorno". "Inoltre – sottolinea il comitato – le colline confinanti a nord della nostra strada sono tra le più belle del territorio per la loro orografia, per la coltivazione ad oliveto e, per la vegetazione spontanea sempre verde". "Tanti anni fa questa zona era un paradiso – afferma il presidente del comitato Claudio Ciurlante – ma oggi purtroppo le cose sono cambiate in peggio. Questa località è diventata luogo di spaccio di droga e questo a causa di frequentazioni anche di balordi e soggetti pericolosi". "Noi residenti – aggiunge – non ci sentiamo tutelati nonostante che il Comune, su imput anche della Prefettura, abbia installato delle telecamere di sorveglianza. Purtroppo però la situazione al momento non è migliorata affatto". "Il comitato – prosegue Ciurlante – è nato per questi motivi, ma non solo. Infatti, per esempio, la vegetazione che costeggia la strada è molto fitta e spesso, a causa dello stato di abbandono, cadono rami e addirittura alberi con il conseguente rischio di chi ci passa. Tale strada, in occasione di forti piogge, si allaga in alcuni punti fino a confondersi con i campi". "Comunque – conclude il presidente del comitato – è nostra intenzione collaborare con le istituzioni locali per la risoluzione di questi problemi, nel caso contrario troveremo le strategie più appropriate sia a mezzo stampa, sia contattando altre realtà istituzionali fino a quando non si otterranno risultati concreti".