"Some Jazz beyond the Sea" al Fortino di Marina di Pisa

Evento jazz-culinario per festeggiare Primavera e Capodanno Pisano

"Some Jazz beyond the Sea", la locandina

"Some Jazz beyond the Sea", la locandina

Pisa, 20 marzo 2024 - Per festeggiare l'arrivo della primavera e il Capodanno Pisano, dom. 24 marzo dalle 20:30 al circolo "Il Fortino" (Marina di Pisa) CantinaJazz presenta "Some Jazz beyond the Sea": un evento che si gioca tutto sulla sapidità! Sapido è il portato del terroir dei suoli un-tempo-marini delle Terre di Pisa, sapidi sono i piatti di pesce della tradizione marinara, sapido il jazz cullato dalle onde del mare. Un evento che include un duplice debutto: quello di CantinaJazz per la prima volta al Fortino (Marina di Pisa), e quello di Elisa Mini, grande voce toscana, per la prima volta sul palco di CantinaJazz. Un percorso eno-gastro-musicale sul mare, un avvenimento raro nella ventennale storia di CantinaJazz. Alessandro Balducci, delegato AIS-Pisa, guiderà la degustazione dei vini di Badia di Morrona, sottolineando come e quanto la componente sapida determini la loro personalità. Massimo Giachetti, gastronomo del Fortino, ha disegnato il percorso gastronomico e lo illustrerà. I saluti finali saranno portati dalla Crema di Limone che il Liquorificio Malloggi preparerà per l’occasione, e dagli aromi esotici orientaleggianti del Caffè Trinci. Ascolteremo un repertorio di brani che parlano di mare e che interpretano la salsedine, la sapidità, il sole e la forza delle onde, per stare al pari con l’espressività dei vini e dei piatti, perché anche sulla spiaggia ci si delizia “degustando la musica e ascoltando il vino”. Nel dettaglio, l’accoglienza è affidata alla bollicina “Blanc de Noirs” che essendo a base di pinot nero, vinificato metodo classico, è di fatto uno Champagne, che non può essere chiamato tale visto che viene prodotto ad Asti dal Podere dei Bricchi Astigiani, la cantina gemella di Badia di Morrona (ambedue di proprietà dei Conti Gaslini-Alberti). Questa bollicina accompagnerà un antipasto, tipico del pesce azzurro e della tradizione: le alici fritte accompagnate dalle verdurine di stagione. Nel secondo momento si degusterà un bianco caratteristico del territorio pisano, il Felciaio nell’annata 2023, fresco, sapido e di prontissima beva, che si sposerà con un originale e molto espressivo, risotto gamberetti e burrata. Nel terzo momento è protagonista l’ultimo nato della Cantina Badia di Morrona, il Vivaja 2023, rosato di sangiovese che coniuga la forza espressiva dell’uva principe toscana con la delicatezza della vinificazione in rosato. Un pugno di ferro in guanto di velluto per degustare un piatto tipico della trazione marinara pisana: il baccalà coi porri. Come detto sopra, chiuderemo con una crema di limone che il liquorificio Malloggi preparerà appositamente per l’occasione. Infine, il consueto, splendido sigillo finale, il caffé Trinci Selezione Oro. Al solito, la cura dei vini è affidata ai sommelier della delegazione AIS-Pisa; i piatti sono della cucina de Il Fortino. La musica ci cullerà sulle onde marine, grazie a un ricco e sapidissimo quintetto: Andrea Garibaldi (piano), Nino Pellegrini (c.basso), Andrea Melani (batteria), Moraldo Marcheschi (sax), Elisa Mini (voce), con la direzione artistica di Emiliano Loconsolo, che da Berlino ha assaporato i vini traducendoli in musica. La quota di partecipazione, onnicomprensiva e non frazionabile, è di 45 euro/persona; la prenotazione è obbligatoria e può essere fatta online dal nostro sito: www.cantinajazz.com Per ulteriori informazioni, è anche possibile chiamare/whatsapp il 320 8787288. CantinaJazz ringrazia la Fondazione Pisa per il determinante supporto al suo cartellone e IPWebSite per il sostegno nelle attività online.

M.B.