Parlamento Europeo dei giovani. Tutto pronto per la tappa pisana

Studenti universitari da diversi paesi europei si riuniranno a Pisa per una sessione del Parlamento Europeo Giovani, organizzata da due studentesse dell'Università di Pisa. L'evento mira a coinvolgere i giovani nelle decisioni politiche e amministrative, promuovendo la partecipazione attiva e la consapevolezza civica.

Parlamento Europeo dei giovani. Tutto pronto per la tappa pisana

A Palazzo Gambacorti, con l’assessore alle politiche giovanili e sport Frida Scarpa è stata presentata la tappa pisana del ‘tour’ del Parlamento Europeo dei Giovani

Studenti universitari provenienti da Serbia, Spagna, Albania e molti altri paesi dell’Unione Europea si ritroveranno a Pisa per una sessione del Parlamento Europeo Giovani. Dal 29 febbraio al 3 marzo, circa 120 studenti italiani ed europei parteciperanno a una delle quattro sessioni regionali italiane, organizzata da Giulia Bardelli e Amanda Prapaniku, due studentesse di diciannove anni dell’Università di Pisa, che renderà la città per 4 giorni una capitale europea dei giovani. "Siamo molto contenti di ospitare questa sessione del Parlamento Europeo Giovani - afferma l’assessore alle politiche giovanili Frida Scarpa -. Per la nostra amministrazione puntare sui giovani è decisivo, dobbiamo coinvolgerli di più nelle decisioni politiche e amministrative. Questo evento speriamo sia un faro per illuminare la città sulle abilità e potenzialità dei ragazzi e cercheremo di fare ancora di più. Dobbiamo valorizzare Pisa e sue eccellenze e far passare il messaggio che la nostra è una città giovane, lo dimostrano gli oltre 50mila studenti universitari su 90mila abitanti. Per il futuro - conclude l’assessore – l’impegno è di aprirci sempre di più alle scuole e ai ragazzi che stanno formando una consapevolezza di cittadinanza e politica per stimolarli a vedere come funzionano i processi decisionali".

L’appuntamento, strutturato su quattro attività principali, si svolgerà in due dei luoghi simbolo della città. La Stazione Leopolda che ospiterà la prima giornata, dedicata ai training dello staff europeo, e l’Assemblea Generale che si terrà nel Salone Storico domenica 3 marzo. Le attività di team building e di lavoro di commissione, in cui i delegati redigeranno la loro risoluzione finale, verranno invece svolte in varie sedi dell’Università di Pisa. "Un’iniziativa che ha come obiettivo la promozione e lo scambio di idee su tematiche come l’Unione Europea e le scelte civiche, oltre a incoraggiare i giovani a essere cittadini attivi. "I giovani in questa epoca devono avere voce e invece vengono sottovalutati - spiega Amanda Prapaniku, una delle due organizzatrici insieme a Giulia Bardelli dell’iniziativa -. La partecipazione attiva giovani, che vogliamo portare avanti con questa iniziativa, è importante per il presente e il futuro. Il confronto coi giovani porta soluzioni creative e punti di vista freschi, oltre a una diversità di prospettiva per arricchire i processi decisionali. Le nostre decisioni plasmano nostro futuro".

Mario Ferrari