"La cultura di Mazzeo è quella arcobaleno?"

L’assessore risponde sul profilo Facebook al presidente del consiglio regionale.

"La cultura di Mazzeo  è quella arcobaleno?"
"La cultura di Mazzeo è quella arcobaleno?"

"Ma la cultura per Mazzeo è quella coloratissima dell’ideologia arcobaleno?". Va in frantumi il fair play elettorale dopo l’affondo su cultura ed ambiente scoccato dal binomio Mazzeo-Martinelli. In particolar modo, Antonio Mazzeo presidente del consiglio regionale ha stigmatizzato "la chiusura culturale di Pisa e la scarsissima offerta culturale affidata solo a Palazzo Blu". La replica su Face è di Filippo Bedini: "Ho trovato offensivo da parte del presidente Mazzeo dichiarare che Pisa è culturalmente chiusa, che vive nell’arretratezza e che la cultura in città, passa solo da Palazzo Blu". "Mazzeo parla di chiusura culturale, ma per lui cosa è cultura? Forse gli piacerebbe importare a Pisa il modello cascinese esemplificato nel cartellone del Maggio presentato con tanti (e soltanto) coloratissimi eventi dell’ideologia arcobaleno? Se questa è la cultura che intende Mazzeo, anche in questa occasione siamo orgogliosi di essere profondamente diversi". Sull’offerta culturale in città, Bedini che ha lavorato tantissimo per la rivalorizzazione delle nostre manifestazioni storiche, precisa: "Ma perché il presidente del consiglio regionale non va a dire le stesse cose a chi lavora nei musei dell’Università, nei musei statali, al Museo delle navi, all’Opera del Duomo, a Palazzo Lanfranchi, all’Archivio di Stato, nei teatri, a chi lavora negli uffici comunali che di cultura si occupano". E poi ancora: "Lo vada a dire a chi organizza il Pisa book festival (a proposito, quale contributo ha dato negli ultimi anni la Regione Toscana a questa rassegna culturale?), lo dica alle case editrici cittadine che hanno sempre trovato sostegno dalla nostra amministrazione. Lo dica ai tanti pisani che da anni aspettavano di ridare dignità alla Luminara, al Gioco del Ponte, alle Regate". Intanto, c’è un altro nodo culturale che è venuto al pettine, "smantellamento" dell’opera Girantide di Gianni Lucchesi (all’oscuro di quanto stava succedendo), collocata su una rotonda presso Riglione. Del caso se ne sta occupando Pierpaolo Magnani candidato di "Pisa punto zero", lista civica e tematica proprio sulla cultura.

Carlo Venturini