Il Movimento No Base si fa sentire: "Sarà primavera di mobilitazione"

Petizione per chiedere le dimissioni del presidente Bani e oggi conferenza stampa

Il Movimento No Base si fa sentire: "Sarà primavera di mobilitazione"
Il Movimento No Base si fa sentire: "Sarà primavera di mobilitazione"

Intanto torna a farsi sentire oggi, davanti alla sede del Parco in Località Cascine Vecchie, Tenuta di San Rossore dove saranno illustrate le prossime azioni che il Movimento No Base, insieme ad altre realtà collettive del territorio, intende intraprendere contro "la previsione di una nuova infrastruttura militare nel cuore del parco a partire dalla petizione su change.org per le dimissioni del presidente Bani". "È emerso con chiarezza come le responsabilità siano da attribuirsi al presidente del Parco Lorenzo Bani - scrive il Movimento No Base – (paradossale primo promotore dell’avvio al progetto della base sul territorio del parco), ma anche all’attuale consiglio direttivo tuttora silente e ad una precisa regia della Regione. Abbiamo consolidato la necessità di fare fronte comune e concreto tra varie istanze territoriali, per opporsi a questo modello di sviluppo e pretendere un’inversione di tendenza, a partire anche dal Piano Integrato del Parco che vede tra i suoi nodi più critici la riclassificazione delle aree tra interne, contigue ed esterne e su cui si gioca una partita cruciale che determinerà quali zone potranno essere aggredite da nuove costruzioni o meno".