"Coraggio, miei cari" Ricordando don Battaglini

Domani serata-concerto e presentazione del libro che ripercorre la vita del ‘papa di Gagno’

"Coraggio, miei cari" Ricordando don Battaglini
"Coraggio, miei cari" Ricordando don Battaglini

Un libro corale, collettivo, costruito con il contributo di tanti fedeli. Un parroco amato, che ha fatto la storia di una comunità – quello di San Pio X - e di un intero quartiere, Gagno. Sarà presentato domani, con una serata-concerto, il libro dedicato a Don Danilo Battaglini, scomparso il 14 giugno 2020, costruttore e fondatore della chiesa di via Guardistallo. "Coraggio, miei cari", questo il titolo del volume (pubblicato dalle edizioni Il Campano e curato da Sandro Borsacchi, Isa Brunetti e Fabio Vasarelli) che raccoglie aneddoti e testimonianze e oltre 130 immagini. "Molte persone che avevano vissuto con don Danilo tanti anni di vita della parrocchia (dal 1963 al 2020, ndr) fin dal momento della morte di don Battaglini avevano affermato che una persona come lui non poteva essere dimenticata - – queste le parole di don Carlo e don Federico, oggi alla guida dell’unità pastorale di San Stefano – I passi – San Pio X - e chiedevano quali potevano essere le forme e i modi per far sì che questo non avvenisse. Una prima risposta: una targa nella sua chiesa, targa che tutti possono vedere vicina alla porta d’ingresso. Contemporaneamente, però, era venuta da subito anche l’idea di un libro di memorie. Ci siamo domandati: Chi può essere lo scrittore capace di esprimere con verità, sincerità, affetto ecc… chi era don Danilo e soprattutto cos’è stato per la sua gente? Semplice! La risposta è stata: chi meglio di coloro che gli sono stati vicini e che hanno collaborato con lui? È arrivato così tanto materiale che abbiamo addirittura dovuto selezionare e tagliare". La sua vita viene ricostruita in tutti i suoi momenti chiave, dalla nascita a Orzignano alla vocazione passando per la consacrazione della Chiesa di San Pio X nel 1967. Ne esce la figura di un parroco zelante e premuroso, capace di "relazione con tutti, dai più piccoli ai più grandi, e nonostante l’apparenza un po’ burbera, pieno di attenzioni" come lo descrive l’arcivescovo Paolo Benotto nella prefazione.

"Uomo di fede e di preghiera", il "papa di Gagno" come da molti veniva definito, anche nel giorno del suo partecipatissimo funerale. "Più volte – ricorda ancora Monsignor Benotto, sottolineando l’indole di Don Battaglini - mi ha ripetuto con una confidenza da ‘fanciullo’, oramai pronto per il Regno di Dio, che pur di partecipare alla gioia del Paradiso si sarebbe accontentato di ‘andarci a pulire i gabinetti’". Questo il gruppo di lavoro, che ha raccolto e rielaborato tutto il materiale arrivato: Don Carlo Campinoti, Mauro Panizzi, Gabriele Ranieri, Luisa Prodi, Carlo Alberto Ulivieri e Silvia Venturi. Il libro sarà presentato domani alle ore 21 nella chiesa di San Pio X in occasione del concerto "Laudate Dominum". In scena il Coro dell’unità pastorale, il soprano Ilaria Casai, il Maestro del Coro Francesco Saviozzi e Silvia Trivoletti.

Francesca Bianchi