Bandabardò con Parole Liberate apre il 110 Hertz Festival di Coltano

Quarta edizione nel cuore del borgo immerso nel Parco di San Rossore: ecco tutti i protagonisti

Bandabardò con Parole Liberate apre il 110 Hertz Festival di Coltano

Bandabardò con Parole Liberate apre il 110 Hertz Festival di Coltano

Coniugare la natura con la musica e le sue forme espressive. E’ la mission del 110 Hertz Festival che torna nelle aree verdi intorno alla Villa Medicea di Coltano, in provincia di Pisa, per il quarto anno consecutivo. Il Festival è stato presentato ieri in sala delle Baleari al Comune di Pisa con la presenza di Carlo Scorrano, direttore artistico, dell’assessore alla Cultura Filippo Bedini, Manuela Fulvia Mircolano, associazione Code per Curiosi, e di Andrea Vanni, associazione Chicchi d’Uva. "Anche quest’anno sosteniamo il Festival 110 Hertz, arrivato alla sua quarta edizione- ha affermato l’assessore alla cultura Filippo Bedini durante la conferenza di presentazione- l’evento contribuisce ad animare una zona della città, quella di Coltano, particolarmente bella e da valorizzare". Ricco il programma delle quattro serate, dal 4 al 7 luglio, organizzate dall’associazione Binario Vivo, nel luogo dove 114 anni fa fu inaugurata la stazione radiotelegrafica Marconi, con il patrocinio e il sostegno economico del Comune di Pisa, il finanziamento TOCC dell’Unione Europea e grazie al sostegno di Soci Coop. Ogni pomeriggio e dalle 18, l’evento prenderà forma tra trasmissioni radio in diretta, talk con grandi ospiti, workshop radiofonici, mostre d’arte, concerti, performance di artisti di strada riconosciuti a livello europeo, passeggiate nella natura. Grande apertura il 4 luglio con la Bandabardò, in uno spettacolo unico nel solco del progetto "Parole Liberate" finanziato dal Ministero della Giustizia, che lascia la parola ai detenuti nello scrivere un testo che diventa canzone. Ad accompagnare il festival sarà la postazione webradio dal titolo ‘A sud di nessun nord – Una comunità nomade’, quest’anno incentrata sul tema della libertà di comunicazione, libertà di stampa, diritto di cronaca. Grazie al finanziamento dell’Unione Europea-Next Generation Eu del Ministero della cultura, il festival quest’anno è ancor più digitale: in collaborazione con la start-up Dramatic Iceberg, gli eventi saranno fruibili anche da remoto in tutto il mondo, grazie alla creazione di un gaming interattivo: costruendo un avatar i visitatori potranno fruire degli spettacoli e interagire da remoto anche con le persone effettivamente presenti a Coltano. Prevendite online: https://www.ciaotickets.com/location/villa-medicea-coltano-pi.

Alessandra Alderigi