Firenze, 11 dicembre 2017 - E' stata prolungata fino a martedì l'allerta rossa per l'Alta Toscana per rischio idrogeologico e idraulico. Rimane arancione il livello di allerta per la Versilia e la parte dell'Ombrone Pistoiese per rischio idrogeologico, vento e mareggiate. Mentre scende a giallo la criticità per il resto della regione.

La sala operativa unificata della protezione civile regionale ha emesso alle 13 di oggi un nuovo avviso di criticità, valido dalla mezzanotte fino alle13 di martedì 12 dicembre. Le aree dove il codice è più alto sono la Lunigiana, le Apuane, la Garfagnana, la valle del Reno, la parte inferiore del Serchio fino a Marina di Vecchiano.

VOLI CANCELLATI - Il maltempo ha creato disagi anche all'aeroporto fiorentino Vespucci. Causa il vento da sud, sono al momento 5, da stamani, i voli atterrati, sei quelli decollati. Tutti gli altri sono stati cancellati o dirottati.

Nel corso della notte le precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o localmente di temporale, tenderanno gradualmente a trasferirsi al resto della regione, attenuandosi sul nord-ovest.

Dalla sera di lunedì, ci sarà anche possibilità di temporali sul nord-ovest (Lunigiana, Garfagnana e Apuane). Nel corso della notte e la mattinata di martedì possibilità di temporali sparsi sul centro-nord, dal pomeriggio su quelle meridionali.

Oggi ancora mare agitato sulle coste esposte al flusso meridionale e in Arcipelago. Graduale attenuazione del moto ondoso dalle prime ore di domani, martedì.

IL PUNTO ALLE ORE 18.30 - Le situazioni di maggiore criticità sono dovute al vento forte. Nella provincia di Lucca sono state diverse centinaia le utenze senza elettricità, come in Casentino. Altri casi simili nell'Empolese, in Valdinievole, e Alto Mugello. Le squadre Enel sono al lavoro da ore per ripristinare le situazioni anche grazie all'installazione di gruppi elettrogeni. Nella serata si dovrebbe tornerà alla normalità. Per pericolo frana, in località Borgo Strettoia, nel comune di Camaiore, a scopo precauzionale sono stati evacuati alcuni fabbricati al piede di un versante.

Altri problemi sono legati alla viabilità. In particolare, la strada regionale 71 nel tratto Badia Prataglia e Passo dei Mandrioli è stata interrotta a causa del crollo di una pensilina sulla sede stradale. La strada regionale 70 della Consuma è stata interrotta sul confine tra Firenze e Arezzo a causa di caduta piante. In Mugello, nel comune di Scarperia-San Piero a Sieve, a causa di una frana che ha coinvolto la strada vicinale in località Mulinaccio, sono rimaste isolate tre abitazioni: in due di queste vivono sei persone che al momento sono assistite dal personale del volontariato.

Per martedì 12 dicembre è stato emesso dal Centro funzionale regionale un codice arancione nel bacino dell'Ombrone Bisenzio per rischio idraulico nel reticolo principale e rischio idrogeologico idraulico nel reticolo minore. Emesso anche codice giallo per rischio idrogeologico idraulico nel reticolo minore su tutto il territorio della città Metropolitana di Firenze. Intanto sono scesi nel pomeriggio sotto il primo livello di guardia il Bisenzio e l'Ombrone Pistoiese. Sono previste ancora piogge con intensità moderata/bassa. Situazione pressoché invariata per il vento con raffiche oltre i 100 km/h sui crinali appenninici. "La situazione - sottolinea Angelo Bassi, consigliere della Metrocittà delegato alla Protezione civile - è costantemente monitorata dalla nostra sala operativa, dal Genio Civile di Prato e dalle sale operative dei comuni interessati". Il Centro Funzionale Regionale per l'area del Valdarno Inferiore ha declassato la criticità codice rosso per il rischio idrogeologico - idraulico nel reticolo minore a criticità di tipo codice giallo. 

Maltempo anche in Liguria . Cinque Terre, alt alle comitive di turisti.

La domenica è stata caratterizzata dalla pioggia e dal forte vento. Venti a 120 all'ora sulla costa e pioggia anche molto forte un po' ovunque: la Toscana chiude buona parte delle scuole di ogni ordine e grado: per oggi, lunedì 11 dicembre, c'è forte preoccupazione. Previste  precipitazioni e venti di burrasca.

Ed è stata allerta per possibili danni dati proprio dai temporali e dal vento. A Livorno il sindaco Nogarin ha deciso di chiudere tutti i parchi pubblici oltre alle scuole, con l'appello a non usare il motorino. Scuole chiuse anche nella cintura fiorentina, ma non nel capoluogo. Gli istituti chiudono i battenti anche a Pistoia, Lucca e Prato. Scuole chiuse anche in Versilia e nella provincia di Massa Carrara. Istituti di ogni ordine e grado chiusi anche a Pisa

image