Raid vandalico al nuovo autovelox di Fiesole: oscurata la camera con lo scotch

Presa di mira la postazione di via Faentina, i sabotatori si sono arrampicati a 5 metri di altezza

Fiesole, 4 aprile 2024 – Ancora un «assalto» contro uno dei nuovissimi autovelox bidirezionale posti a presidio delle strade del territorio fiesolano. La scorsa notte i vandali hanno preso di mira la postazione installata sulla via Faentina, in località Il Bersaglio, dove l’occhio elettronico è stato "accecato", applicando una pellicola bianca adesiva, che ha reso di fatto fuori uso entrambe le telecamere.

La settimana passata invece a Pian di San Bartolo erano apparse delle scritte sull’asfalto per richiamare l’attenzione degli automobilisti sulla presenza di un rilevatore di velocità ritenuto poco visibile rispetto ai tradizionali autovelox perché posizionato su palo.

Una collocazione che non ha però scoraggiato il sabotaggio al Bersaglio. Per raggiungere le due telecamere, che presidiano ciascuna un senso di marcia della Faentina, il sabotatore si è arrampicato lungo il lampione per circa cinque metri d’altezza da terra.

Inoltre: poiché il palo si trova all’interno di un giardino di una villetta e ha quindi commesso anche un reato di violazione della proprietà privata. La autorità competenti sono ora al lavoro nel visionare le immagini della telecamera del dispositivo, in modo da risalire all’identità dei colpevoli che potrebbero essere stati ripresi al loro arrivo sul posto. Il ripristino e la pulizia degli obiettivi sarà invece a cura di una ditta specializzata, che si occupa della manutenzione dell’apparecchiatura e che interverrà prossimamente.

L’autovelox del Bersaglio è stato installato solamente lo scorso venerdì e al momento era stato acceso per fini statistici e per definire la taratura.

Quindi ancora non aveva effettuato alcuna multa. A differenza di quanto sta accadendo a Compiobbi e Pian di San Bartolo dove i due nuovi velocar da febbraio viaggiano ad una media giornaliera di 60 violazioni ciascuno.

La metà rispetto alla prima settimana. Si ricorda che gli apparecchi sono installati in centri abitati. Il limite previsto è dunque pari a 50 km orari, con una tolleranza del 5% Da segnalare che, rispetto ai tradizionali autovelox, gli speedvelox monitorano 60 metri di strada, trenta prima della postazioni e altrettanti dopo.

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro