“Pensavo solo a proteggermi, non capivo nulla”: anziano preso a calci e pugni, minuti di terrore

Firenze, il caso dell’aggressione al settantenne: il pestaggio, ripreso da una telecamera di sicurezza, ha fatto il giro del web e dei tg nazionali

Firenze, 31 dicembre 2023 – Negli occhi ha ancora l’aggressione violentissima che ha subito. Non vuole incontrare chi l’ha picchiato e non sa darsi una spiegazione di chi sia: “Non è uno dei proprietari dei cani con cui ho avuto una discussione”. L’uomo di 70 anni aggredito nei pressi di Santa Croce, intervistato dal Corriere Fiorentino, parla di quei momenti. Le immagini di una telecamera di sicurezza che hanno fatto il giro dei social e dei telegiornali nazionali raccontano di una violenza furibonda nel centro di Firenze in pieno giorno.

Ora non esce di casa dove deve guarire dai postumi di alcune costole rotte dai calci del pestaggio. L’aggredito è un ingegnere informatico in pensione settantenne. L’aggressore è un 29enne italiano incensurato già individuato dai carabinieri.  

«Io non conosco la persona che mi ha aggredito, non so chi sia - ha detto il 70enne, originario di Ferrara, ma da 50 anni residente nel capoluogo toscano -. Sono proprietario di un cane e circa tre mesi fa c'è stata una piccola discussione con altri due proprietari di cani. Ma questo giovane che mi ha aggredito non è uno di loro. Non so cosa gli sia passato nella testa. Io stavo solo passeggiando».

L'aggressione al settantenne
L'aggressione al settantenne

L'aggredito ha fatto querela-denuncia. «Non so chi sia e nessuno mi ha spiegato chi è», ha anche affermato il consulente informatico in pensione riguardo al 29enne che lo ha raggiunto, in via dè Bentaccordi, lo ha scaraventato a terra e lo ha colpito alla schiena, al volto e alla testa prima che intervenissero dei passanti a salvarlo e soccorrerlo.

«Mi ha detto 'Sei tu quello s.....o padrone del cane?' - ha anche ricordato -. Poi ho cominciato subito a sentire le botte», pugni e calci come documenta il video, «non ho pensato, ho sentito molto dolore, non capivo più nulla» e «pensavo solo a proteggermi. In quei momenti sembra che tutto perda di senso», di significato.

L'uomo picchiato ha rivisto il video: «Non mi sembra vero e allo stesso tempo penso che è stato vero e molto doloroso. Ancora non sono riuscito a uscire di casa», «penso che non esista quasi più il concetto di rispetto in questa società».

E sull'aggressore «non ci penso proprio a parlargli: cosa dovrei dirgli? - ha detto la vittima - Ho solo voglia di evitarlo».

è arrivata su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro