Quotidiano Nazionale logo
19 gen 2022

Torre del Lago, barricato in casa spara: irruzione dei Nocs. Bloccato, si è arreso

Un pomeriggio di paura nella frazione di Viareggio. Il caso si risolve positivamente grazie ai corpi speciali

Torre del Lago, 20 gennaio 2022 - E' stato bloccato e si è arreso l'uomo che si è barricato in casa ieri  pomeriggio a Torre del Lago. I Nocs, i corpi speciali della polizia di Stato, hanno fatto irruzione nella palazzina intorno alle 21.50. Hanno bloccato l'uomo, Gianluigi Ragoni, 44 anni. In casa c'era anche il padre. Tutti sono sani e salvi. In serata sia il padre che il figlio, dopo gli interrogatori sono stati entrambi arrestati per tentato omicidio in concorso e per porto abusivo d'armi. Questi gli elementi che emergono al termine di ore di angoscia. 

Gianluigi Ragoni è stato portato in carcere, sono stati invece stati concessi i domiciliari al padre novantenne Adelmo.

Chi sono i Nocs - I vicini sotto choc, "Ha colpito un pompiere" - Il momento del blitz - "Diceva di essere Dio"

I Nocs durante l'irruzione
I Nocs durante l'irruzione

I Nocs hanno usato dell'esplosivo per entrare in casa: l'esplosivo ha abbattuto la porta. L'uomo non avrebbe opposto resistenza e si sarebbe consegnato a quel punto alle forze dell'ordine. E' stato lui il primo ad uscire dall'appartamento. Dopo di lui il padre, che è stato portato in ambulanza all'ospedale Versilia per alcuni controlli.

Barricato in casa: per Torre del Lago giornata campale, gli spari e l'angoscia

La polizia ha sequestrato anche la pistola con cui è stato fatto fuoco: si tratta di una Galesi, azienda di Brescia, modello 1930, calibro 6,35. Da capire come i due sono entrati in possesso dell'arma. Una pistola d'epoca, seimautomatica, che fu in dotazione degli ufficiali dell'Esercito italiano fino alla fine della Seconda Guerra Mondiale. 

La pistola da cui è partito il colpo
La pistola da cui è partito il colpo

I reparti speciali erano arrivati dalla Capitale in elicottero. A coordinare le operazioni è stata la Questura di Lucca che alla fine ha annunciato, non senza soddisfazione: "Tutti sono sani e salvi". 

L'uomo nel momento in cui viene immobilizzato
L'uomo nel momento in cui viene immobilizzato

Il blitz si è svolto nel buio più completo: nella zona erano stati staccati la corrente e il gas, per evitare che il 44enne compisse gesti estremi. Per quanto concerne la posizione del padre, che durante le trattative del pomeriggio ha evidenziato quasi atteggiamenti di difesa del figlio, sono in corso accertamenti ed esami da parte della Polizia Scientifica per capire chi dei due ha esploso i 2 colpi di arma da fuoco verso il vigile del fuoco, ad altezza uomo

Torre del Lago, si barrica in casa armato. L'irruzione dei Nocs /FOTO
Torre del Lago, si barrica in casa armato. L'irruzione dei Nocs /FOTO

Entrambi sono comunque usciti sulle loro gambe. Il 44enne, che aveva sparato non ferendolo a un vigile del fuoco, è stato portato via dalla polizia per essere interrogato al commissariato di Viareggio. Lo sparo del pomeriggio è avvenuto con una calibro 22. 

"Ha sparato a un pompiere": Torre del Lago, uomo armato barricato in casa

La frazione di Torre del Lago è rimasta con il fiato sospeso per tutto il pomeriggio. Tantissimi i curiosi che si sono assiepati intorno alla casa per seguire le operazioni, in un luogo dove a memoria non sono mai accaduti fatti del genere. intorno alle 21.50 appunto l'irruzione. Poi il sospiro di sollievo. Non c'è stato spargimento di sangue, l'uomo, dopo un pomeriggio di paura, si è arreso. Non pochi coloro che, all'uscita del 44enne dall'appartamento, hanno gridato contro di lui. 

Barricato in casa, i soccorsi sul posto

Si  è chiusa così la vicenda iniziata  verso le 14, quando la polizia si è presentata davanti alla sua abitazione di Torre del Lago, frazione di Viareggio e l'uomo, non solo si è rifiutato di aprire ma ha preso una pistola e affacciandosi alla finestra ha minacciato tutti: "Venite che vi sparo in testa, uno ad uno". A questo punto la polizia ha deciso di chiudere al traffico e ai pedoni la strada in cui si trova la casa del 50enne ma avrebbe anche disposto l'evacuazione di una scuola che si trova nelle vicinanze. Il 44enne si è barricato in casa con il padre, un novantenne, carabiniere a riposo.

Torre del Lago, il momento dello sparo al vigile del fuoco / VIDEO
Approfondisci:

Si barrica in casa dopo aver sparato. I vicini: "Agitato da ieri, diceva di essere Dio"

Torre del Lago, l'uomo barricato in casa
Torre del Lago, l'uomo barricato in casa

E mentre i vigili del fuoco, chiamati apposta, stavano aprendo la porta, l'uomo ha esploso 2 colpi di pistola attraverso la porta. Uno dei 2 colpi ha raggiunto un vigile del fuoco, ma senza ferirlo. Il vigile se l'è cavata con una contusione alle costole. Il proiettile, infatti, avendo perso forza oltrepassando la porta, è rimbalzato sul corpo del vigile del fuoco colpendolo, ma senza causare ferite. Ad ogni modo l'operatore si è recato in ospedale per accertamenti. 

«Per puro miracolo il caposquadra Marco Aurelio Filippi sta bene», riferisce il sottosegretario all'Interno Carlo Sibilia che ha parlato al telefono con il vigile del fuoco. Che era «ancora un pò emotivamente scosso» ma «molto presente a sé stesso. Grazie a Dio ha avvertito solo un forte bruciore».

I Nocs durante l'irruzione
I Nocs durante l'irruzione

E' cominciato codsì il lungo assedio da parte della  polizia, ore di tensiione e di paura. Nell'abitazione sono stati staccati gas e luce dopo poche ore, ma il 44enne non violeva mollare. Poi, l'epilogo della vicenda

L'uomo è già stato in passato ricoverato presso una casa di cura.  Negli ultimi tempi ha avuto comportamenti aggressivi e minacciosi nei confronti di alcune persone, ragione per cui, considerando il suo stato mentale, è stato disposto il TSO, con l'intervento oggi di una psichiatra insieme alla polizia municipale, oltre ai vigili del fuoco di supporto. Il 44enne in passato ha lavorato presso l'ospedale Santa Chiara di Pisa, da cui è stato licenziato. Il 44enne avrebbe cominciato a manifestare disturbi dopo la morte della madre, avvenuta alcuni anni fa.

I vicini raccontano che girava per strada dicendo di essere Dio e che il 18 gennaio era particolarmente agitato e aveva minacciato due donne. Oggi la situazione è precipitata. 

Torre del Lago (Lucca), l'esterno dell'abitazione dove si è asserragliato l'uomo (Umicini)
Torre del Lago (Lucca), l'esterno dell'abitazione dove si è asserragliato l'uomo (Umicini)
Torre del Lago (Lucca), l'esterno dell'abitazione dove si è asserragliato l'uomo (Umicini)
Torre del Lago (Lucca), l'esterno dell'abitazione dove si è asserragliato l'uomo (Umicini)
Torre del Lago (Lucca), l'esterno dell'abitazione dove si è asserragliato l'uomo (Umicini)
Torre del Lago (Lucca), l'esterno dell'abitazione dove si è asserragliato l'uomo (Umicini)
Torre del Lago (Lucca), l'esterno dell'abitazione dove si è asserragliato l'uomo (Umicini)
Torre del Lago (Lucca), l'esterno dell'abitazione dove si è asserragliato l'uomo (Umicini)
Torre del Lago (Lucca), l'esterno dell'abitazione dove si è asserragliato l'uomo (Umicini)
Torre del Lago (Lucca), l'esterno dell'abitazione dove si è asserragliato l'uomo (Umicini)
Torre del Lago (Lucca), l'esterno dell'abitazione dove si è asserragliato l'uomo (Umicini)
Torre del Lago (Lucca), l'esterno dell'abitazione dove si è asserragliato l'uomo (Umicini)

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?