Più sicurezza lungo le strade. Sì alle modifiche

La giunta di Marina di Pietrasanta approva progetto per migliorare la sicurezza di ciclisti e pedoni all'incrocio tra via Tonfano e via Grenzach Wyhlen, con modifiche al traffico e nuove aiuole. Costo dell'operazione: 48mila euro.

Più sicurezza lungo le strade. Sì alle modifiche

Più sicurezza lungo le strade. Sì alle modifiche

Più sicurezza per ciclisti e pedoni lungo uno dei tratti considerati a maggior rischio viste le continue segnalazioni dei cittadini. La giunta ha dato infatti il via libera al progetto di modifica dell’incrocio tra via Tonfano e via Grenzach Wyhlen, a Tonfano, più volte finita sulla scrivania dell’Urp del Comune a causa sia dell’alta velocità dei veicoli che arrivano da mare (nel tratto di via Tonfano a senso unico) sia per l’uso non corretto di un attraversamento stradale, determinato dalla sua posizione non ottimale. "Con l’ufficio tecnico abbiamo deciso di ridisegnare completamente lo spartitraffico centrale – spiega l’assessore a lavori pubblici e manutenzioni Matteo Marcucci (nella foto) – per fare in modo che, grazie alle nuove aiuole create, i veicoli a motore transitino a una distanza maggiore dalle recinzioni private, aumentando così la visibilità e che pedoni e ciclisti diretti verso monte abbiano uno spazio protetto in curva".

Anche il percorso ciclo-pedonale utilizzato in direzione mare sarà modificato, allontanando l’attraversamento stradale dall’incrocio e disegnando un nuovo ingresso alla ciclopista di via Grenzach. "L’obiettivo dell’intervento – prosegue Marcucci – è ottenere un percorso sicuro per tutte le correnti di traffico ciclabile e pedonale che impegnano quell’incrocio, sia da mare, sia da monte". Il progetto, redatto dal servizio tecnico lavori pubblici e manutenzioni, prevede infine l’installazione di dossi artificiali su entrambe le direttrici viarie, alcuni metri prima degli attraversamenti pedonali. Il costo dell’operazione si aggira sui 48mila euro, con la gara prevista nei prossimi giorni e l’inizio lavori che sarà preceduto da una fase “sperimentale” attraverso una segnaletica temporanea.