Installate le prime rampe per disabili a Pietrasanta: negozi "inclusivi" e accessibili

Le rampe per disabili sono state installate nel centro storico di Pietrasanta, grazie al contributo di Comune, Consulta del volontariato e Unitalsi. Un passo importante verso l'inclusività e l'accessibilità per tutti.

Installate le prime rampe per disabili: negozi "inclusivi" e accessibili

Installate le prime rampe per disabili: negozi "inclusivi" e accessibili

Pesano cinque chili ma sopportano un carico di ben tre quintali. Quindi non solo carrozzine normali, ma anche elettriche. La prova è stata fatta ieri ed è andata benissimo. A quasi due anni e mezzo dalla mappatura del territorio ad opera dell’associazione “Luccasenzabarriere“, le attività del centro storico sono state dotate delle prime undici rampe per disabili, all’insegna di una maggior inclusività e accessibilità. Dall’esito era emerso che un terzo dei commercianti era off-limits per chi ha problemi di mobilità a causa di scalini insormontabili.

Le rampe sono state acquistate dall’Unitalsi – costo 2.600 euro – con il contributo di Comune e Consulta del volontariato, e consegnate in comodato gratuito a “Le botteghe di Pietrasanta“. Sono di due modelli, 18 e 30 centimetri, a seconda dell’altezza dello scalino. "È un primo step – dice il presidente della consulta Andrea Galeotti – per incentivare e sensibilizzare. Essendo le rampe leggere, il commerciante può toglierle e metterle senza problemi dato che si chiudono come una valigia. Per questo sono interscambiabili: grazie a un campanello il disabile potrà chiedere di andare in un altro negozio e la rampa, così, potrà servire 5-6 attività confinanti. Se i commercianti dessero un loro contributo potremmo comprarne molte di più". Col plauso del presidente delle “Botteghe“ Stefano Sermattei ("è un tassello importante del tema dell’accessibilità"), dell’assessore all’associazionismo Andrea Cosci ("un piccolo ma importante servizio a disposizione dei disabili: vogliamo continuare, spero ci siano altre adesioni"), l’assessore al sociale Tatiana Gliori, la quale ricorda la partecipazione al progetto del capogruppo della Lega Antonio Tognini, e quello ai lavori pubblici Matteo Marcucci: "Quando realizzato opere pubbliche la filosofia è sempre quella di avere un occhio di riguardo per l’abbattimento delle barriere architettoniche".

d.m.