Fondazione Henraux torna a Milano. La mission è selezionare un artista. Realizzerà una scultura in marmo

Seconda edizione ad aprile alla fiera internazionale. Il direttore Bonaspetti guiderà la delegazione

Fondazione Henraux torna a Milano. La mission è selezionare un artista. Realizzerà una scultura in marmo
Fondazione Henraux torna a Milano. La mission è selezionare un artista. Realizzerà una scultura in marmo

La nuova missione è in agenda dal 12 al 14 aprile a Milano. Una tre-giorni importante per la Fondazione Henraux in quanto verrà inaugurata la seconda edizione della “Fondazione Henraux sculpture commission“, progetto che prevede la commissione di un’opera in marmo a un artista selezionato alla fiera internazionale d’arte moderna e contemporanea “Miart“ di scena nel capoluogo lombardo. La prima edizione era stata affidata alla giovane artista e fotografa cipriota Haris Epaminonda, classe 1980, Nicosia, e fu presentata nello stand della galleria Massimo Minini. Come prevede il regolamento, Epaminonda attualmente sta infatti lavorando al suo progetto nel corso di una residenza alla stessa Fondazione a Querceta, dove può confrontarsi con i materiali lapidei d’eccellenza, le maestranze storiche e le tecnologie innovative di Henraux. Il progetto sarà poi esposto al Museo del Novecento di Milano.

Anche in questa seconda edizione l’artista sarà individuato tra quelli esposti a “Miart“ da una commissione costituita per l’occasione e presieduta da Edoardo Bonaspetti, direttore artistico della Fondazione Henraux. La giuria valuterà gli artisti della sezione principale della fiera dedicata alle gallerie che presentano sia i linguaggi della più stretta contemporaneità sia i grandi maestri dell’arte moderna. I criteri per il conferimento della “Sculpture commission“ saranno il riconoscimento di un percorso artistico innovativo, il significativo grado di sperimentazione nella ricerca e il possibile sviluppo di un’opera scultorea capace di affrontare temi centrali del nostro presente. L’artista a cui sarà assegnata la “Commission“ sarà reso noto durante la fiera. L’iniziativa prevede un riconoscimento in denaro e l’attivazione di una residenza alla Fondazione Henraux, dove l’artista selezionato, come detto, si confronterà con maestranze storiche e tecnologie innovative per realizzare il progetto. "Con questa iniziativa – ricorda Paolo Carli, presidente della Fondazione – puntiamo a un deciso rilancio della scultura e della lavorazione artistica del marmo. Le prestigiose collaborazioni che abbiamo attivato vanno proprio in questa direzione che, del resto, rappresenta il principale obbiettivo della Fondazione impegnata nella valorizzazione del proprio patrimonio storico, artistico e produttivo".