Eppur si muove. Il centrodestra e le nuove sfide

Tommaso Strambi Eppur si muove. Verrebbe da parafrasare Galileo Galilei quando davanti al ...

Eppur si muove. Verrebbe da parafrasare Galileo Galilei quando davanti al Tribunale dell’inquisizione pronunciò quella frase con cui ribadiva il movimento della terra. Una forzatura? Certamente. Anche perché la politica è da sempre in movimento. Almeno da quando agli inizi degli anni Novanta nel nostro Paese fu archiviata la Prima Repubblica. Fino ad allora c’erano i grandi partiti. Tutti attraversati da ’anime’ tra loro diverse. Le chiamavano (spiegazione per i più giovani) ’’correnti’’. Senza nessun connotato negativo. Anzi. Erano il sale della discussione, delle visioni diverse all’interno degli stessi partiti.