Carnevale di Viareggio 2024, si alza il sipario: l’apertura, il corso e i fuochi

Al via l’edizione 151 con una sfilata all’insegna della buona cucina e dell’inclusione. Alle 15 la cerimonia d’inaugurazione, alle 16 i colpi di cannone. Al termine spettacolo pirotecnico

Viareggio, 3 febbraio 2024 – Comincia dalla Cittadella, dove tutto nasce da un’idea che l’ingegno poi trasforma in opera di cartapesta, il risveglio del Carnevale. Con i giganti che, di buon mattino, stamattina, usciranno fuori dai baracconi dei carristi, stiracchiandosi coi loro movimenti fatti di corde e pistoni, allungandosi verso il cielo per metri, per poi incamminarsi nella processione silenziosa che li conduce fino al mare. Lungo i Viali pronti ad accogliere il fiume di maschere, “con quell’aria magica in testa, e un po’ di coriandoli in tasca “, attese per il primo corso, il primo di altri 150 anni e chissà quanti ancora. Baciato dal sole (una palla senza screzi, dicevano ieri le previsioni), che ha riempito hotel e case vacanze fino all’orlo.

C’è , nell’entusiasmo caricato dall’attesa, nel freddo limpido che sa di primavera, nella Vecchia Viareggio tornata con il suo rione, “tutto ciò che ci occorre“ per il debutto di questa 151esima edizione del Carnevale, che “ritorna per regalarci ancora sogni...“ . C’è anche nell’emozione di una canzone, “Solo Amore“, che aprirà con l’omaggio al musicista Daniele Biagini (che ha ispirato ogni corsivo che leggerete) questa festa che “sembra una favola“ . Omaggio voluto dalla città per ricordare chi “vive dentro l’anima“ , e il Carnevale l’ha accompagnato per mano verso il futuro: cantandolo in una canzone, plasmandolo in un mascherone o inventandoselo con un rione... poi è volato via “come un coriandolo“. Così si aprirà la cerimonia di inaugurazione che, dalle 15, con la sfilata che partirà da via Verdi condurrà Burlamacco e Ondina, avvolti nell’arcobaleno della bandiera della pace, e accompagnati dalle maschere dei rioni, dalla Filarmonica Versilia e dagli sbandieratori del Palio, fin sotto il pennone di piazza Mazzini. Dove, dopo il ricordo del compositore Biagini, Daniele Toscano canterà “Amarti“, canzone vincitrice del Festival di Burlamacco, mentre Julia Becagli , Asia Lucarelli , Nicholas Ori , Charlotte Pietri e Anna Sanseviero , diretti dalla maestra Carolina Pezzini , proporranno la riedizione di “Maschereide“ e l’inedito “Sono il tuo Carnevale“ con cui hanno trionfato al talent kids “L’InCanto dei rioni“ per il rione Croce Verde. Insieme a loro ci sarà Fabrizio Longobardi , in arte “Il solito Dandy“ che del festival dei bambini è stato direttore artistico e che proporrà due brani: “Giulia“ e “Solo tu“. E dopo aver ascoltato “Farina, carta e colla“, brano ufficiale del Carnevale 2024 composto da Elio e Mirco Mariani , il cerimoniale d’apertura entrerà nel momento più atteso.

La Burlamacca , portata in volo da cinque paracadusti dell’associazione “Paracadusti d’Italia“, spinta dal vento arriverà fino al pennone di piazza Mazzini. Dove alle 16, incoraggiata dagli squilli di tromba dell’Orselli, si solleverà insieme alla “Coppa di Champagne“, per dare l’inizio alle danze che accompagneranno la città durante tutto il mese di febbraio. Un gesto antico, come l’emozione che suscita.

Ospiti della sfilata, sul “Lungomare dove si accendono folleggiando i mascheroni“ , la giornalista e conduttrice televisiva Myrta Merlino e il campione mondiale di calcio con la Nazionale dell’82, e opinionista tv, Marco Tardelli . La coppia sarà accolta dalla Fondazione Carnevale, presieduta da Marialina Marcucci , con un premio speciale, che verrà consegnato nel corso della cerimonia di benvenuto in programma alle 12 nella sala Lucarelli della Gamc. Al corso, oltre al carro speciale di M20 – radio ufficiale della manifestazione, che dalle 13.30 fino alla cerimonia di inaugurazione intratterrà il pubblico in piazza Mazzini– anche la mascherata fuori concorso “Il Carnevale è più animato con la eco-band di Cartoon Network e Bommerang“, divertente banda musicale che suona solo strumenti realizzati con materiali di riciclo. E ancora uno stand di Esselunga, con i laboratori di educazione, e quello della Kinder, con la pentolaccia golosa. Tra un bombolone della Croce Verde e un bicchiere di spuma rossa allo Sturla, arriverà il tramonto. Acceso dallo spettacolo dei fuochi d’artificio, “che come una stella in cielo brillerà“ .