Todi verso la città smart con WiseTown

Il Comune di Todi adotta la piattaforma WiseTown per il monitoraggio e la visualizzazione dei dati urbani, supportando decisioni tempestive e sostenibili. Ambiti chiave: benessere sociale e verde urbano. Collaborazione con altri comuni per politiche omogenee di area vasta.

Todi verso  la città smart  con WiseTown

TODI - Una piattaforma - WiseTown - che offre strumenti di visualizzazione e monitoraggio di temi strategici per il governo...

TODI - Una piattaforma - WiseTown - che offre strumenti di visualizzazione e monitoraggio di temi strategici per il governo del territorio. È ciò di cui si sta dotando il Comune, grazie a una specifica misura del Pnrr e nel contesto di scelte volte all’innovazione tecnologica per supportare il processo decisionale. Tra le prime applicazioni accessibili nel sistema sviluppato da una software house perugina, vi sono le Dashboard che nascono per facilitare l’integrazione, l’analisi e la visualizzazione di dati urbani, strumenti in grado di garantire un monitoraggio costante delle performance e dei KPI e dunque di affrontare le decisioni con maggiore tempestività. "L’adesione alla piattaforma - spiega il sindaco Ruggiano - si inserisce in un percorso che ci vede già impegnati per una gestione sempre più sostenibile del territorio. L’obiettivo è di arrivare a creare un gemello digitale della città, come già fatto per gli spazi del circuito culturale, con il quale efficientare in modo oggettivo e trasparente l’amministrazione locale". Due gli ambiti chiave finanziati e adottati nella piattaforma: benessere sociale e verde urbano. Il sistema permette di sovrapporre strati di dati sulla mappa per evidenziare la distribuzione di bambini, giovani, anziani e stranieri, zona per zona; fornisce, inoltre, dati oggettivi sulla densità e presenza di verde nel territorio, fotografando in che stato di salute è la vegetazione. Diverse le città italiane che sperimentano questo approccio; in Umbria tra le realtà più significative c’è Perugia ma anche comuni più piccoli. Tra questi una parte di quelli dell’Area Interna della Media Valle del Tevere di cui Todi è capofila. "L’essere riusciti a coinvolgere alcuni comuni vicini - commenta il sindaco - sarà utile anche nella definizione di politiche omogenee di area vasta. In una prossima riunione pianificheremo gli sviluppi dell’applicazione".

s.f.