Tariffe, discarica e Sogepu: sfida aperta sui rifiuti

Il Coordinamento del cambiamento e il Movimento Cinque Stelle regionale organizzano una conferenza stampa a Città di Castello per discutere del piano regionale dei rifiuti e dei suoi costi, aumenti tariffari, ampliamento della discarica di Belladanza e inceneritore. Si chiedono più garanzie e risposte per il futuro.

Tariffe, discarica e Sogepu: sfida aperta sui rifiuti

Tariffe, discarica e Sogepu: sfida aperta sui rifiuti

CITTA’ DI CASTELLO – Piano regionale dei rifiuti, troppi i punti interrogativi, servono più garanzie e risposte per il futuro. Le questioni sospese attorno al piano regionale dei rifiuti al centro di una conferenza stampa promossa a Città di Castello dal Coordinamento del cambiamento insieme al Movimento Cinque Stelle regionale che accoglie tra le sue file la consigliera Emanuela Arcaleni (rimane comunque capogruppo di Castello Cambia). Le tariffe e i previsti aumenti, l’ampliamento della discarica di Belladanza, i rapporti economico finanziari tra Sogepu e Sogeco, l’inceneritore: annunciata battaglia a tutti i livelli istituzionali. "La favola per cui l’inceneritore è la soluzione al problema dei rifiuti non è più sostenibile dopo che il piano prodotto dalla giunta è estremamente sottostimato rispetto ai reali costi di realizzazione dell’impianto.

Nel piano è stimato un costo di 130 milioni di euro con aumento previsto almeno fino a 200 milioni". Costi che, secondo il consigliere regionale Thomas De Luca, verranno ripagati "tramite il corrispettivo del conferimento dei rifiuti nel nuovo inceneritore con tariffe ben superiori a quelle dell’attuale costo di smaltimento". Emanuela Arcaleni è entrata nel dettaglio dell’impatto del Piano di rifiuti nell’Altotevere puntando l’indice sulla gestione del conferimento in discarica a Belladanza: "E’ stato autorizzato dalla Regione Umbria un ampliamento della stessa per 300 mila mc: questo significa che accoglieremo sempre più i rifiuti regionali. Si aggraveranno le problematiche ambientali legate alla gestione di una discarica sempre più grande, con quali vantaggi per gli utenti? I cittadini tifernati si sono appena visti aumentare la Tari del 4,60%". Presenti alla conferenza stampa anche Vincenzo Bucci di Castello Cambia e Enrico Paci di Alleanza Verdi Sinistra.