Ritrovato il busto in bronzo di san Giovanni Bosco. Forse un atto vandalico

La statua si trova all'interno dell'Istituto salesiano. Ritrovata nell'erba. L'arcivescovo Maffeis: "Un dispetto gratuito e pesante"

L'arcivescovo Maffeis

L'arcivescovo Maffeis

Perugia, 4 gennaio 2024 - E' stato ritrovato il busto in bronzo di san Giovanni Bosco collocato all'ingresso dell'istituto salesiano di Perugia.  La statua  era stata rimossa e poi rinvenuta a terra, non molto distante dal basamento, quasi nascosta dalla vegetazione.

A riportare la notizia è il sito della Voce. A denunciare la scomparsa del busto due ex allievi che si sono accorti come lo storico busto posizionato nel 1966 nell'area verde adiacente all'ingresso della struttura religiosa. In un primo momento si era pensato ad un trafugamento, poi in serata, dopo un accurato sopralluogo, è stato rinvenuto a terra, non molto distante dal basamento, quasi nascosto dalla vegetazione ha spiegato Claudio Cristallini, portavoce dell'associazione ex-allievi salesiani, nel diffondere la notizia del gravissimo episodio.

Al don Bosco - si legge sulla Voce - si pensa a un "incomprensibile grave atto vandalico ai danni della memoria visiva del suo santo fondatore che spese la sua vita di sacerdote per l'educazione e la formazione umana e cristiana di tanti giovani, soprattutto per i più fragili, in gravi difficoltà e spesso ai margini della società". L'arcivescovo Ivan Maffeis ha definito il gesto "un dispetto gratuito e pesante".