Polmonite, bimbi in ospedale: "Situazione sotto controllo"

L’Iss fa chiarezza sui due casi di mycoplasma a Perugia: "Batterio già noto" .

Polmonite, bimbi in ospedale: "Situazione sotto controllo"
Polmonite, bimbi in ospedale: "Situazione sotto controllo"

Due dei primi casi di polmonite da mycoplasma nei bimbi in Italia si sono verificati a Perugia, con due piccoli ricoverati al Santa Maria della Misericordia. Del fatto è stato subito informato l’Istituto Superiore di Sanità, che adesso fa chiarezza. "Ora che è aumentata l’attenzione per questo batterio, che si sospetta sia tra le cause di un aumento dei ricoveri di bambini per polmonite in Cina e in alcuni Paesi europei come Francia, Olanda e Danimarca – dice l’Iss – si cominciano a segnalare casi anche nel nostro Paese dove, è bene ribadirlo, il Mycoplasma è sempre circolato in comunità". Il riferimento dell’istituto è all’ultimo report della sorveglianza RespiVirNet, coordinata dall’Iss in collaborazione con il ministero della Salute, in cui si rilevano appunto "due casi di Mycoplasma pneumoniae in bambini ricoverati con sintomi respiratori dal laboratorio di riferimento di Perugia", uno relativo alla settimana dal 20 al 26 novembre (coinfezione con rhinovirus) e uno alla settimana in corso, "in linea con quanto atteso in questo periodo". L’Iss sottolinea che “la sua identificazione tempestiva mostra come la rete di sorveglianza sia in grado di registrarne la presenza e, di conseguenza, anche un eventuale aumento nel numero di casi nel tempo. Questo agente patogeno è ben conosciuto da anni - puntualizza ancora l’Iss - e l’infezione da Mycoplasma è piuttosto comune, soprattutto fino ai 6 anni di età. Periodicamente si registrano epidemie".

I due bambini che erano stati ricoverati al Santa Maria della Misericordia, aveva già spiegato l’ospedale perugino, "sono stati sottoposti alle adeguate terapie antibiotiche e non destano comunque preoccupazione. Uno è stato già dimesso e l’altro lo sarà nei prossimi giorni".