nelle fasce 10-13 e 16-20

L'amministrazione comunale di Terni sperimenta l'apertura parziale della Ztl con divieto di sosta, per favorire il commercio natalizio. La Lega critica la scelta, temendo disagi per i residenti e un aumento del traffico e dell'inquinamento.

TERNI "In concomitanza con le festività natalizie, dall’8 dicembre al 6 gennaio, Ztl parzialmente aperta". Lo rende noto il vicesindaco Riccardo Corridore. "Dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20 - fa sapere il Comune – le auto potranno entrare ma non sostare, l’ingresso è consentito per lasciare nella Ztl eventuali passeggeri". "Si tratta di un esperimento – spiegano gli assessori al commercio Stefania Renzi e alla viabilità Marco Iapadre – al termine della quale analizzeremo la situazione per trarne le dovute decisioni. La valutazione sarà un momento di partecipazione con i residenti e i commercianti. La sperimentazione di apertura è accompagnata da misure di sostegno, tese a tenere insieme le esigenze di chi vive e lavora nella Ztl: non solo la sosta non sarà possibile, ci sarà anche il supporto della polizia municipale per un controllo rinforzato . E’ ferma intenzione dell’amministrazione comunale la revisione dei permessi Ztl, a breve si andrà alla decurtazione di 13mila autorizzazioni di accesso. In aggiunta stiamo portando avanti l’individuazione di parcheggi in Ztl esclusivi per i residenti". Insorge la Lega: "Residenti del centro storico ignorati. Tra le tante alternative possibili, l’amministrazione Bandecchi ha scelto la peggiore: l’apertura della Ztl a fasce orarie e per il solo transito andrà a gravare su fattori come traffico e inquinamento e arrecherà gravi disagi ai residenti, senza tuttavia favorire il commercio"