Minacce di morte e schiaffi all'anziana madre: arrestato il figlio di 59 anni

L'uomo, spesso ubriaco, era già stato sottoposto a procedimento penale per maltrattamenti

Intervenute le forze dell'ordine

Intervenute le forze dell'ordine

Perugia, 16 maggio 2024 -  Minacce di morte e botte all'anziana madre: per questo un uomo di 59 anni è stato arrestato a Perugia in esecuzione di un provvedimento di misura cautelare emesso dal Gip del capoluogo umbro per i reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.

"L'uomo - spiega la Procura perugina - era già stato sottoposto a procedimento penale per maltrattamenti contro la madre - avvenuti da febbraio ad aprile 2023 - procedimento nel corso del quale gli era stata applicata la misura del divieto di avvicinamento alla persona offesa, poi revocata nel mese di luglio dello stesso anno a causa di remissione di querela. L'attuale provvedimento cautelare, trae origine dalle molteplici segnalazioni presentate dall'anziana donna più volte costretta a ricorrere alle cure mediche a causa dei maltrattamenti subiti".

Dalle indagini è emerso che l'uomo - sempre sotto l'effetto di sostanze alcoliche - avrebbe usato violenza nei confronti della donna, spesso aggredita con schiaffi e spinte. In una occasione l'uomo avrebbe anche minacciato di buttare dalla finestra la madre, seguita - viene riferito - dai servizi sociali in quanto affetta da una lieve demenza senile.

La Procura di Perugia, evidenziata la sussistenza dei gravi indizi di colpevolezza e ritenuta sussistente l'esigenza cautelare, ha chiesto al Gip del Tribunale dello stesso capoluogo umbro l'emissione del relativo provvedimento. Il Gip, in presenza di una situazione familiare estremamente delicata e suscettibile soltanto di negativa evoluzione, ritenendo concreto e attuale il pericolo di reiterazione del reato ha applicato nei confronti dell'uomo la misura della custodia cautelare in carcere. Gli agenti dell'ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della questura di Perugia con i colleghi dell'Arma dei carabinieri hanno rintracciato l'uomo nel centro abitato e lo hanno accompagnato al carcere di Capanne.