"M5Stelle resiste all’astensionismo e rimane la terza forza politica"

Il Movimento 5 Stelle in Umbria si conferma come terza forza politica nonostante il calo nazionale, grazie alla resistenza all'astensionismo e alla strategia di rinnovamento della classe politica regionale. La coalizione progressista e il successo in diversi comuni dimostrano la tenuta del Movimento.

"M5Stelle resiste all’astensionismo e rimane la terza forza politica"

"M5Stelle resiste all’astensionismo e rimane la terza forza politica"

PERUGIA – Il M5s in Umbria "resiste all’onda di astensionismo e rimane la terza forza politica". Lo sottolinea il coordinatore regionale Thomas De Luca (foto). "Rispetto alle elezioni politiche, abbiamo perso circa dieci punti in meno nel confronto con il calo nazionale. L’alleanza strutturale nel campo progressista, il Patto avanti di cui siamo stati tra i promotori e protagonisti, è stato uno dei fattori principali della tenuta". "Laddove le coalizioni ci hanno sempre penalizzato - sostiene De Luca -, la postura rigorosa e ostinata del Movimento nel garantire un totale rinnovamento della classe politica umbra ha premiato. Il Movimento cresce del 2% rispetto alla media delle elezioni amministrative del 2023. Inutile girarci intorno, cinque comuni su sette al voto sopra i 15 mila abitanti erano governati dalla destra e solo pochi mesi fa l’esito delle elezioni sembrava ineluttabile verso una loro riconferma al primo turno. Oggi non solo abbiamo strappato Marsciano alla destra, ma andiamo al ballottaggio in altri quattro comuni tra cui il capoluogo di regione".