L’Orvietana pareggia sul filo di lana. A Figline un punto che fa classifica e morale

L'Orvietana pareggia 1-1 contro il Figline grazie a un gol di Proia nel finale. La squadra umbra conquista un punto importante in classifica.

FIGLINE

1

ORVIETANA

1

FIGLINE (4-4-2): Conti, Dema, Sabatini, Ficini, Simonti; Zhupa (38’st Lebrun), Torrini, Sesti, Saccardi (13’st Cavaciocchi); Bruni (33’st Zellini), Diarra. A disp.: Simoni, Malpaganti, Fiore, Banchelli, Bonavita, Masini. All.: Tronconi.

ORVIETANA (4-3-3): Marricchi; Manoni (31’st Di Natale), Congiu, Ricci, Lorenzini; Mafoulou (24’st Ciavaglia), Greco, Proia; Stampete (24’st Orchi), Marsilii, Fabri. A disp.: Rossi, Siciliano, Marchegiani, Gomes, Sforza, Chiaverini. All.: Broccatelli (Rizzolo squalificato).

Arbitro: Cortale di Locri (Licari di Marsala – Reitano di Acireale).

Marcatori: 8’pt Zhupa (F), 40’st Proia (O).

Note: ammoniti: Congiu, Mafoulou, Greco, Proia (O), Torrini (F). Angoli: 2-7. Recupero: pt 1’, st 5’.

FIGLINE - L’Orvietana torna da Figline con un punto che fa classifica e vale soprattutto perché conquistato nel finale. La gara si sblocca subito: Greco guadagna e va a battere un calcio d’angolo, palla in area dove Congiu è vistosamente trattenuto, grandi proteste, ma per l’arbitro è tutto regolare, il Figline riesce a trasformare l’azione da difensiva ad offensiva, veloce scambio Ficini, Torrini e lancio lungo per Zhupa, che scatta sul filo del fuorigioco, entra in area e porta in vantaggio i fiorentini. L’Orvietana si fa vedere a metà tempo con la conclusione dalla distanza di Lorenzini, traiettoria velenosa e deviata in corner. Intorno alla mezz’ora sembra ripetersi quanto visto all’inizio, con l’Orvietana che prova ad attaccare e rischia nelle ripartenze: è Proia che riesce a scendere fin quasi a fondocampo e costringe il portiere di casa a intervenire sul primo palo. La reazione dell’Orvietana è affidata ad una discesa di Stampete, tra i più attivi, e con un cross dalla tre quarti di Manoni, sul quale esce Conti in presa sicura. Nella ripresa l’Orvietana è padrona del campo e Proia all’85’ prova la sventola da fuori, Conti respinge ma non trattiene, sulla ribattuta un primo contrasto sembra favorire ancora la difesa dei toscani, ma arriva lo stesso Proia che firma l’1-1 che regala all’Orvietana un sorriso in vista della sosta.