Incontro coi sindacati Ast. Il sindaco Bandecchi:: "Nessuna irregolarità"

Ancora strascichi dopo le dimissioni dell’assessore Aniello che aveva parlato di gravi inadempienze di viale Brin. "La salute dei cittadini non è barattabile".

Incontro coi sindacati Ast. Il sindaco Bandecchi:: "Nessuna irregolarità"

Incontro coi sindacati Ast. Il sindaco Bandecchi:: "Nessuna irregolarità"

Ancora strascichi dopo le dimissioni al veleno dell’assessore Mascia Aniello che aveva parlato di gravi inadempienze di Ast. Il primo cittadino ieri ha incontrato i rappresentati sindacali di Fim, Fiom, UILm, Fismic e Ugl e le Rsu di Arvedi Ast pronte a ribadire che "da anni sono impegnate nell’interesse dei lavoratori e dei cittadini per rendere le produzioni di Ast più compatibili con l’ambiente e che agiscono in termini di rappresentanza generale esercitando il proprio ruolo contrattuale con accordi che sempre di più hanno prodotto avanzamenti per il lavoro, la salute e la sicurezza". Le stesse organizzazioni sindacali hanno esplicitato al sindaco che nel rispetto delle loro prerogative, qualora fossero state informate di comportamenti "criminosi", non avrebbero esitato a fare le dovute denuncia agli organi competenti. Il sindaco assicura quindi che se dovesse essere a conoscenza del non rispetto della legge, in questo caso la normativa sull’ambiente e sulla sicurezza dei luoghi di lavoro, sarebbe il primo ad andare in procura. "La salute dei cittadini ternani e dei lavoratori non può essere fonte di alcun baratto – continua il sindaco – e a tal proposito ho anche incontrato, insieme al vice sindaco Riccardo Corridore, il comitato di Prisciano e sono stato reso edotto di una serie di problematiche connesse alla salute pubblica intesa anche come comfort abitativo. Le responsabili del comitato mi hanno rappresentato di vibrazioni derivanti dalla frantumazione delle scorie nere che comportano seri problemi agli edifici durante il corso della giornata con la popolazione, specie quella anziana, che deve ricorrere a psico farmaci per poter dormire a causa del suddetto fenomeno. Di ciò ho prontamente informato il comandante dei Vigili del Fuoco affinché proceda alle adeguate verifiche statiche in presenza dei tecnici comunali nonché il direttore generale dell’Asl 2 per una indagine epidemiologica".