Il ricordo di Fezzuoglio. A 18 anni dalla scomparsa

Umbertide, cerimonia alla presenza della famiglia

Il ricordo di Fezzuoglio. A 18 anni dalla scomparsa
Il ricordo di Fezzuoglio. A 18 anni dalla scomparsa

UMBERTIDE - La città ha ricordato ieri mattina, a 18 anni dalla sua scomparsa Donato Fezzuoglio, l’appuntato dei carabinieri medaglia d’oro al valor militare, che perse la vita il 30 gennaio 2006 nel tentativo di sventare una rapina ai danni del Monte dei Paschi di Siena in via Andreani. Autorità militari e civili, studenti e cittadini i si sono stretti attorno alla moglie Emanuela Becchetti, al figlio Michele e al fratello Mariolino. A benedire la lapide dedicata a Fezzuoglio il vescovo monsignor Luciano Paolucci Bedini. "Ogni 30 gennaio – ha detto Carizia – Umbertide si ritrova qui per riabbracciare Donato e per riabbracciarci, tornando ad essere comunità. Questo deve accadere non solo oggi ma tutti i giorni. Ringrazio tutte le forze dell’ordine che ogni giorno sono al nostro fianco per tutelarci e proteggerci. Il mondo che stiamo vivendo è molto più difficile e complesso rispetto a prima ed il loro lavoro richiede tanta pazienza. Siamo vicini a voi e voi siete vicini a noi. Lo sentiamo e lo apprezziamo".