Il Perugia si riscopre giovane e bello. Contro l’Entella ha vinto la linea verde

Sei i giocatori nati dopo il 2000, Bozzolan e Seghetti i più ’verdi’. Bartolomei e Angella esperti e infaticabili .

Il Perugia si riscopre giovane e bello. Contro l’Entella ha vinto la linea verde

Il Perugia si riscopre giovane e bello. Contro l’Entella ha vinto la linea verde

Il Perugia scopre il suo animo giovane e frizzante. Gli esperti, stacanovisti, Angella e Bartolomei e poi intorno un gruppo di giovani pronti a prendersi la scena, con sfrontatezza ma senza presunzione. Sei i giocatori nati dopo il 2000 nella formazione scelta da Francesco Baldini per la gara contro l’Entella che ha regalato il terzo posto in classifica. "La soddisfazione è doppia anche perché stasera avevamo tanti giovani in campo", aveva dichiarato Baldini al termine della gara di lunedì. La coppia d’attacco ha una media di 20 anni, diciannove per Seghetti, 21 gli anni di Cudrig. Un tandem fresco che l’allenatore ha scelto per una delle sfide più delicate della stagione. Proprio la freschezza è stata l’arma che ha permesso alla squadra di sbloccare il risultato, con l’attaccante della Juventus che ha favorito l’inserimento dell’attaccante fatto in casa. Passo indietro in difesa, con un’altra coppia di giovanissimi, quella sulle fasce. Andrea Bozzolan, come Seghetti, è classe 2004, mentre Paz, come Cudrig è classe 2002. Gabriele Angella, il capitano, è tornato ragazzino come il suo compagno di reparto che gara dopo gara mostra segnali di crescita: Vulikic (2001) grazie all’esperienza di Angella sta facendo passi in avanti in sicurezza. Il centrocampo proposto lunedì era il reparto più "vecchio", ma si fa per dire. Perché fatta eccezione per Bartolomei, rinato con la cura Baldini, gli altri sono poco più ventenni. Iannoni è del 2001, Kouan del 1999 come Santoro. A questo Perugia versione baby, si aggiunge Giunti (2005) lanciato nella mischia nel momento più complesso della gara e Morichelli (2002). Adesso spetta a Baldini shakerare al meglio i giocatori a disposizione. Con la doppia opzione del modulo: l’allenatore del Perugia valuterà se sarà il caso di archiviare il tridente di inizio campionato in favore del trequartista oppure se scegliere a seconda della situazione che si presenterà. Più carte si hanno, più possibilità c’è di vincere.